Oggi è 28 set 2020, 4:14
   
Text Size
Login

Prova di un CMOS

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda SergioMauro » 9 set 2020, 11:47

Finalmente dopo un mese di meteo vergognoso e qualche problemino tecnico (guarda caso proprio nelle due serate serene) finalmente siamo riusciti a riprendere le prove con il CMOS ASI 183MM.

puvul1_20200904_973_OSS Astronomico Monte Baldo.png



v627cas_20200906_001_OSS Astronomico Monte Baldo.png



v1413aql_20200905_897_OSS Astronomico Monte Baldo.png



A me sembrano ottimi, paragonandoli agli spettri fatti con l’Atik 460 le differenze sono minime e queste piccole differenze mi sembra siano a favore del CMOS. Quindi l’esperimento è perfettamente riuscito e continueremo ad adoperarlo sull’Alpy 600.
Un saluo e cieli sereni.
Sergio
SergioMauro
Utente Attivo
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 13 ago 2017, 17:48
Località: Verona

Messaggioda umberto » 9 set 2020, 16:54

Salve Sergio, per una comparazione potete postare anche il profilo di una di queste stelle osservata con l'Atik 460? Grazie
Saluti.
Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1390
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda SergioMauro » 10 set 2020, 16:42

Ciao Umberto
Mi dispiace, purtroppo gli spettri precedenti di queste stelle fatti con l’Atik 460 li abbiamo tutti con il Lyres e il reticolo da 300 righe, mentre questi sono fatti con l’Alpy, così non si possono confrontare.
Appena il meteo ce lo permetterà saliremo in osservatorio e faremo degli spettri con il CCD e il CMOS nella stessa sera così il confronto sarà anche più attendibile, poi li posterò su Quasar.
Sergio
SergioMauro
Utente Attivo
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 13 ago 2017, 17:48
Località: Verona

Messaggioda Paolo » 10 set 2020, 19:23

Sergio, la vostra nuova ASI 183MM e' fantastica, sono veramente sorpreso nel vedere quanta strada hanno fatto i sensori CMOS.

Una curiosita', acquisite ed elaborate utilizzando un binning software (2x2, 3x3,...) oppure a formato pieno?

Avete visto la nuova funzionalita' di ISIS v6? C'e' uno speciale algoritmo dedicato ai sensori CMOS che hanno piu' o meno tutti la problematica del pixel piccolo e del conseguente sovracampionamento. Se avete modo, chiedete ai prof un giudizio su questa nuova tecnica, sono curioso di sapere cosa ne pensano.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7483
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda SergioMauro » 11 set 2020, 16:15

Ciao Paolo
Si sembra, almeno da questi primi spettri, che sia allo stesso livello di un buon CCD. Fin'ora abbiamo usato sempre il binning 2x2. Più avanti magari proveremo anche il formato pieno.
La prossima volta che saliremo in osservatorio proveremo a fare nella stessa serata uno spettro con l'Atik 460 e uno con ASI 183, così avremo un confronto più attinente. Dobbiamo trovare l'occasione perchè fare 50 km per andare e 50 per tornare stanca (non siamo più dei giovanotti). Intanto adoperiamo il CMOS.
Qui sotto posto i due spettri fatti ieri sera:

egand_20200911_085_OSS Astronomico Monte Baldo.png


zand_20200911_013_OSS Astronomico Monte Baldo.png


Ciao
Sergio
SergioMauro
Utente Attivo
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 13 ago 2017, 17:48
Località: Verona

Messaggioda SergioMauro » 15 set 2020, 12:36

In queste ultime notti finalmente il meteo si è stabilizzato al bello e noi continuiamo a sperimentare il CMOS per arrivare a spremere tutte le sue potenzialità nell'ambito della spettroscopia. Il 29 Giugno facemmo l'ultimo spettro con il CCD Atik 460, YY HER,qui sotto il risultato:

yyher_20200629_990_OSS Astronomico Monte Baldo.png


Il giorno 9 Settembre lo facemmo con l'ASI. Il risultato fu deludente, il CMOS dimostra di essere meno sensibile nel rosso. YY HER in questi giorni ha una magnitudine di 12.85, evidentemente i tempi adoperati con l'Atik non erano consoni per il CMOS con una stella di quella magnitudine:

yyher_20200909_898_OSS Astronomico Monte Baldo.png


Ieri sera abbiamo provato ha cambiare i tempi di esposizione e integrazione: 9 x 600 sc. e binning 3. Qui sotto il risultato:

yyher_20200914_881_OSS Astronomico Monte Baldo.png


Il risultato è nettamente migliore e si avvicina a quello dell'Atik. Però siamo convinti che si possa migliorare ancora, e nei prossimi giorni ci proveremo.
Saluti
Sergio
SergioMauro
Utente Attivo
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 13 ago 2017, 17:48
Località: Verona

Messaggioda umberto » 15 set 2020, 21:29

Sergio, grazie per aver condiviso queste osservazioni. Sembra che l'Atik 460 sia superiore all'Asi 183MM. Infatti lo spettro fatto con L'Atik è molto simile a quello archiviato sul Database Aras, che mi permetto di postare per un confronto.
Saluti.
Umberto

yyher_20200428_040_PCA.png
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1390
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda SergioMauro » 16 set 2020, 11:29

Ciao Umberto.
Si penso che le prove fatte fino ad ora dicono questo, però da quello che ho capito il CMOS risponde diversamente da un CCD.
Se osservi bene lo spettro di YY HER, che è molto debole, è di magnitudine 12.85, si vede che il CCD è più performante nel rosso mentre il CMOS lo è nel blu, però in oggetti più luminosi, come vedi qui sotto lo spettro di CY AQL, che ha una magnitudine di 11.27, sono pressoché simili.

GY AQL confronto.jpg

Sopra spettro CCD, sotto spettro CMOS

Quindi il CMOS è, rispetto al CCD, meno sensibile nel rosso quando gli oggetti sono più deboli. Allora dobbiamo cambiare metodo di ripresa dello spettro.
Già diminuendo il tempo di esposizione, aumentando le pose e adoperando binning 3, come dice Buil, YY HER è migliorato tantissimo e credo che si possa migliorare ancora, c’è solo da provare.
Inoltre il CMOS ha un altro problema nel rosso, ha una notevole elettroluminescenza prodotta dai circuiti elettronici del sensore che si sovrappone allo spettro, e anche se con il DARK viene eliminata penso che qualche problemino lo crei ugualmente.

FARO.png


Se è possibile e riusciremo a portare questa “FARO” dalla parte blu, dove abbiamo uno spazio vuoto, daremo un altro aiuto alla risoluzione del problema.
ZONA BLU.png


Riepilogando credo che il CMOS abbia tutte le caratteristiche per competere con un buon CCD come l’Atik 460, solo bisognerà imparare ad adoperarlo, almeno lo spero.

Sergio
SergioMauro
Utente Attivo
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 13 ago 2017, 17:48
Località: Verona

Messaggioda umberto » 16 set 2020, 19:55

Bene Sergio,teneteci informati se effettuate ulteriori osservazioni e comparazioni.Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1390
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda SergioMauro » 17 set 2020, 9:20

Ieri dopo aver scritto il post mi sono accorto che ho detto una corbelleria. L'elettroluminescenza prodotta dai circuiti elettronici del sensore emette nel rosso e pensare di poterla spostare dalla parte del blu è assurda. Però si può girare l'Alpy in modo che il rosso si trovi nella parte sinistra dello spettro.
Sergio
Ultima modifica di SergioMauro il 19 set 2020, 19:21, modificato 1 volta in totale.
SergioMauro
Utente Attivo
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 13 ago 2017, 17:48
Località: Verona

PrecedenteProssimo

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron

Chi c’è in linea

In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 152 registrato il 20 set 2020, 12:49

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Login Form