Oggi è 22 apr 2019, 12:56
   
Text Size
Login

Capella misteriosa

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda tonyven » 10 feb 2019, 0:40

Ciao a tutti. Non riesco a identificare nessuna riga su Capella che è di classe G3III. Vi posto così se qualche anima santa vuole aiutarmi....

capellall.jpg
capellall.jpg (9.02 KiB) Osservato 191 volte


Profilo grezzo
capellallgrezzo.jpg
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda tonyven » 10 feb 2019, 13:35

Ciao Umberto.Che dici allora prendo la riga dell'atmosfera per la calibrazione? Non ricordo la lunghezza d'onda dell'atmosfera.
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda umberto » 10 feb 2019, 14:08

Tonino, devi prima allineare l'ordine zero con quello della stella di riferimento e poi calibrare Capella con le balmer della stella di riferimento. Questo lo aveva già trascritto Paolo precedentemente sul tutorial e tu lo hai anche fatto per calibrare Aldebaran se ricordo bene.
Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1189
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda tonyven » 10 feb 2019, 23:07

Sono andato avanti con la riduzione dati come suggerito da Umberto.Così ora vi posso postare il lavoro fatto.
Come stella di riferimento ho usato Castore
castorecal.jpg


Questa è Capella calibrata e corretta
capellacalcor.jpg
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda Paolo » 11 feb 2019, 13:57

Ciao Tonino, a cosi' bassa risoluzione c'e' poco da vedere nello spettro di Capella. Le righe piu' evidenti (metalli, Fe, Mg, ecc) sono poche e comunque meno marcate di quelle ad esempio della serie di Balmer in una stella come Vega. La tua configurazione (SA100 a breve distanza dal sensore) tende ad allargarle molto, quindi si confondono con il ripple della QHY (problema strumentale).

Il continuo sembra essere saturato (in fase di ripresa), quindi risulta deformato anche dopo l'applicazione della risposta strumentale (che e' valida dato che lo spettro di Castore non ha raggiunto la saturazione).

Vedrai che sara' tutto piu' semplice con la Atik 314! Spero ti arrivi presto...
Con il sensore piu' grande potrai allontanare un po' il reticolo guadagnando risoluzione. Grande sensibilita' per dedicarti a soggetti deboli ma soprattutto non avrai piu' quel maledetto ripple!

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila


Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron

Chi c’è in linea

In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 58 registrato il 20 ott 2018, 16:27

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Login Form