Oggi è 25 giu 2018, 15:49
   
Text Size
Login

Stelle Be di febbraio

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda Paolo » 6 feb 2018, 10:44

Ciao Paolo, non ricordo i dettagli dell'iscrizione perche' la mia risale a parecchi anni fa. Pero' mi sembra strano che tu debba inserire quei dati sul browser che dovrebbero invece essere gia' nell'header FITS. Puoi confermare che la strumentazione (una stringa contenente lo spettrografo, il telescopio e la camera) e' riportata nel campo BSS_INST dell'header? Lo stesso vale per il sito osservativo nel campo BSS_SITE.

C'e' anche l'altra eventualita' (e' raro ma puo' accadere) che la stringa della strumentazione sa uguale ad una gia' presente in BeSS. Mi sembra che non sia consentito. In questo caso basta inserire un trattino, un underscore o qualsiasi carattere consentito in modo da renderla diversa.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6770
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda miror » 6 feb 2018, 12:57

Ciao Paolo,
grazie per il consiglio. Ho controllato e non c'è nessuno che abbia un setup simile o un nick name simile. Riporto lo screenshot, magari viene fuori qualcosa di banalissimo...
Allegati
screenshot per Bess.jpg
miror
Utente Junior
 
Messaggi: 60
Iscritto il: 12 apr 2015, 21:22

Messaggioda Paolo » 6 feb 2018, 13:34

La stringa della strumentazione e' ok e ho verificato che sul BeSS non e' presente.

Vedo pero' una cosa strana... Ricordo che la chiave di aggancio principale per gli spettri (ad ogni invio) e' il nome dell'osservatore. Non credo che ti sei iscritto con "PCA" al BeSS. Se nell'iscrizione riporti per esteso il tuo nome e cognome, la chiave Observer nello spettro deve essere identica. Fammi sapere...

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6770
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda miror » 6 feb 2018, 14:44

Provato ma niente.
Ho scritto nuovamente a Coralie. Vediamo un pò...
miror
Utente Junior
 
Messaggi: 60
Iscritto il: 12 apr 2015, 21:22

Messaggioda Paolo » 6 feb 2018, 23:25

Speriamo non capiti quello che e' successo ad Umberto, la cancellazione di un record di iscrizione inserito male (problema apostrofo nel nome del sito) ha richiesto alcune settimane...

Tienici informati,
Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6770
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda miror » 9 feb 2018, 10:44

Salve,
il meteo come da copione per questo periodo, concede cielo sereno rateizzato. Capita quindi che dopo aver aperto l'osservatorio, fatto acclimatare le ottiche, messo a fuoco, ecc. si copra di nuvole. Capita poi che il sereno ritorni dopo diverse mezz'ore e inizia la sfida tra nuvole e osservatore.
Condivido con tutti lo stato d'animo di questi momenti!
Risultato, se va bene, un oggetto per ore di attesa.
Di seguito LY CMa (HD54786) ripresa dopo diversi tentativi di questo tipo ed un confronto con l'ultimo spettro disponibile (Buil 2012, in rosso) sul database.
Saluti
Allegati
LY CMa da Bess.jpg
LY CMa 20180209.jpg
miror
Utente Junior
 
Messaggi: 60
Iscritto il: 12 apr 2015, 21:22

Messaggioda Paolo » 9 feb 2018, 17:50

Bella osservazione Paolo! Sembra che hai beccato un vistoso cambiamento, d'altra parte il riferimento e' uno spettro del 2012 (l'unico presente nel BeSS). L'intensita' delle righe H-alfa e H-beta e' notevolmente diminuita mentre le righe dell'elio neutro He I 5876/6678 non sono piu' apprezzabili nel nuovo spettro (sembra invece di vedere ancora la He I 7065 ma e' molto vicina al bordo dello spettro e non ne sono sicuro). Probabilmente il disco e' attualmente in fase di dissolvimento.

Sono interessanti altre informazioni riportate nel Vizier, come la prima classificazione quale stella ad emissione nel 1946:
SECOND SUPPLEMENT TO THE MOUNT WILSON CATALOGUE AND BIBLIOGRAPHY OF STARS OF CLASSES B AND A WHOSE SPECTRA HAVE BRIGHT HYDROGEN LINES
HD 54786. On a low-dispersion slit spectrogram taken on February 8, 1946, Ha, Hß, and Hy are bright. There appear to be other bright fines; the spectrum may be peculiar


Oppure quelle piu' recenti (2015, HIGH-RESOLUTION H-BAND SPECTROSCOPY OF Be STARS WITH SDSS-III/APOGEE. I. NEW Be STARS, LINE IDENTIFICATIONS, AND LINE PROFILES) in cui sono stati analizzati spettri R > 20000 nella banda H dell'infrarosso le cui righe (serie di Brackett dell'idrogeno) hanno mostrato la tipica emissione a doppio picco con separazione di 256 Km/s. Alla lunghezza d'onda della riga H-alfa e' possibile risolvere il doppio picco generato dal disco in rotazione ma occorre uno spettrografo con potere risolvente maggiore dell'Alpy 600.

Il tuo e' uno spettro che risulterebbe molto utile nel database BeSS. Speriamo facciano presto a sistemarti l'account.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6770
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda umberto » 12 feb 2018, 1:12

Complimenti Paolo per la tua tenacia.Nella mia zona accade le stessa identica cosa, per registrare uno spettro decente ci vuole molta pazienza.Spesso bisogna interrompere la posa, aspettare che le nuvole passino e quindi riaprire l'otturatore.Per quanto riguarda il tuo problema con il BeSS non fartene meraviglia poichè a me e accaduto la stessa cosa.Sono rimasto bloccato per alcune settimane, ma poi Fracois Cochard mi ha risolto l'inconveniente di una apostrofo.Ti consiglio di rivolgerti a lui e vedrai che tutto andrà per il meglio.Un saluto.
Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 996
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Precedente

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Chi c’è in linea

In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 56 registrato il 10 mag 2015, 22:36

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Login Form