Oggi è 18 ott 2021, 8:39
   
Text Size
Login

New Horizon updates

Abbiamo portato i nostri strumenti oltre l'atmosfera terrestre. Parliamo delle affascinanti missioni scientifiche.

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 16 apr 2013, 8:28

Inauguro questo thread poichè nei prossimi anni questa missione avrà una importanza crescente.
In vista dell'incontro con Plutone nel 2015 e con altri eventuali KBO negli anni successivi, c'è da segnalare che, già verso la fine del 2013 ci sarà unincontro con un un "troiano" di Nettuno, 2011 HM102. L'oggetto, che ha un diametro stimato di 90-180 km, precede il pianeta gigante lungo la sua stessa orbita e, pur avendo una inclinazione orbitale di quasi 30°, risulta avere un'orbita stabile come mostrato nel filmato del link sottostante:
http://www.planetary.org/blogs/guest-bl ... nters.html
In ogni caso non si tratterà di un incontro ravvicinato data la distanza minima di 1.2 UA; l'oggetto sarà appena rivelabile dagli strumenti e sarà comunque contenuto entro 1 pixel nelle immagini. :(
PS: L'oggetto è stato scoperto grazie al progetto distribuito "Ice hunters" a cui tutti possono contribuire: http://demo.icehunters.org/
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Paolo » 16 apr 2013, 13:04

Ottima news Marco, anche perche' tra un po' la sonda si dovrebbe riattivare dopo una "dormitina"... (o l'hanno gia' svegliata?)

Nella simulazione e' bellissima la librazione del troiano attorno al punto L5!

A proposito dei troiani (scusate se off-topic), per chi non so sapesse anche la nostra Terra ne ha uno, molto piu' piccolo (300 metri), che ci "insegue" nel punto lagrangiano L4 a circa 80 milioni di Km. Io suo nome e' 2010 TK7. Anche lui ha una librazione che lo porta ad inclinazioni piuttosto elevate.

La "Citizen science" e' molto interessante. Peccato da noi se ne parli poco o niente...

Tienici informati,
Thanks
Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7680
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 24 ago 2013, 18:44

Come segnalato nell'ultimo post dell'ottimo Paolo, New Horizon è stata svegliata questa estate per condurre una serie di importanti test, tra cui una prova generale del FlyBy con Plutone; tutto è andato per il meglio e la sonda, che è in ottima salute, ha anche fatto questa eccezionale ripresa del pianeta nano verso cui è diretta, riuscendo a distinguere chiaramente Caronte da una distanza di quasi 900 milioni di km (6 ua):
PlutoCharon_Lorri.png
Elaborazione dell'immagine originale (applicando un filtro di sfocatura gaussiana + modulazione della curva di luminosità) per "staccare" meglio il pianeta doppio rispetto allo sfondo rumoroso...

Martedi scorso la sonda è tornata in ibernazione; tra soli 16 mesi (gennaio 2015) inizieranno le attività legate al fly-by vero e proprio.
Contemporeaneamente, a Luglio oltre 170 scienziati si sono riuniti in una conferenza per fare il punto sulle nostre conoscenze del sistema plutoniano in vista dell'incontro; tra le nuove scoperte, è stato messo in evidenza che, in base alle curve di luce irregolari osservate dall'Hubble, le nuove piccole lune hanno probabilmente una rotazione caotica su se stesse; inoltre l'atmosfera di Plutone sembra contenere nuvole e nebbia (!) e, anche se si sta continuando ad assottigliare con il progressivo allontanamento dal perielio, non dovrebbe congelare prima dell'arrivo di New Horizon (o almeno si spera!). Infine, la superficie di Plutone potrebbe essere geologicamente attiva (con gayser e crio-vulcani) e nascondere un oceano sottostante! Non male per un oggetto così freddo e remoto e più piccolo della nostra Luna... vedremo! :-?
http://pluto.jhuapl.edu/overview/piPerspective.php
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Paolo » 26 ago 2013, 0:42

Si tratta del corpo piu' lontano del sistema solare noto (pianeta o oggetto declassato che sia, escludendo comete e affini), forse sono un po' sognatore ma penso che sia una delle piu' avvincenti esplorazioni spaziali. Se poi c'e' la possibilita' di osservare le cose che dici, diventa ancora piu' interessante.

Ti prego di tenerci aggiornati e grazie per i tuoi preziosi interventi che ci fanno vivere ogni importante fase delle tante missioni spaziali.

A presto,
Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7680
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 11 ott 2013, 14:28

Segnalo una interessante iniziativa che si propone di caricare nella memoria della sonda un messaggio, in analogia con quanto fatto sulle sonde Pioneer e Voyager; non a caso, è stato soprannominato “Voyager Golden Record 2.0”:
http://www.nbcnews.com/science/got-mess ... 8C11277538
Per ora, si tratta di firmare la petizione e convincere la NASA a fare l'upload del messaggio dopo l'incontro con Plutone (e comunque prima che si perdano i contatti con la Terra):
http://www.newhorizonsmessage.com/sign-petition/
Se l'idea ha successo, i primi 10mila firmatari della petizione avranno il proprio nome in viaggio nello spazio interstellare insieme al messaggio! (io sono il num. 1397 ;) )
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 25 gen 2014, 23:48

NH si trova ormai a 28.4 ua dal Sole e soli 4.26 ua da Plutone; questa estate attraverserà l'orbita di Nettuno e, per festeggiare il decimo anniversario dell'incontro tra Voyager-2 e il pianeta gigante, scatterà una foto di quest'ultimo.
Intanto, nei giorni scorsi, si è svolto il "New Horizons Science Team meeting" e molte interessanti questioni discusse sono riportate nel seguente blog:
http://www.planetary.org/blogs/guest-bl ... art-1.html
http://www.planetary.org/blogs/guest-bl ... art-2.html
In particolare, sono stati resi noti dettagli sul rilascio delle immagini dopo il Flyby del sistema plutoniano: le immagini saranno oltre 1800 ma, inizialmente, soltanto una cinquantina di esse verrà inviato a terra; nella malaugurata ipotesi che Plutone sia circondato da un gran numero di "micro-lune" (come alcuni sospettano dopo le recenti scoperte di Hubble) e nella malaugurata ipotesi che la sonda si scontri con una di esse o subisca un letale bombardamento di micropolveri, queste saranno le uniche immagini ricevute a Terra! Facendo i dovuti scongiuri, le altre foto verranno comunque spedite a un ritmo decisamente lento; da metà settembre a metà Novembre 2015 verranno inviate solo le anteprime con compressione "lossy" (simili a immagini jpeg) mentre la trasmissione delle immagini complete richiederà un anno intero!
C'è poi la questione della ricerca di possibili obiettivi "secondari", ovvero "Kuiper Belt Objects" da incontrare dopo il flyby con Plutone. Dato che il progetto "Space-Hunters" non ha dato i risultati sperati (nessun oggetto raggiungibile in tempo utile, anche usando tutto il combustibile a bordo per correggere la traiettoria nell'autunno 2015), a Giugno il telescopio Hubble esplorerà una ampia porzione di cielo alla ricerca di nuovi candidati. Le due camere WFC3 e APS fotograferanno 80 regioni contigue, impiegando 160 orbite (oltre 10 giorni di osservazioni); si prevede di identificare circa 15 possibili candidati, da confermare/riosservare nei mesi successivi per rifinirne l'orbita. Di seguito una slide al riguardo:
http://planetary.s3.amazonaws.com/asset ... 144958.jpg
La ricerca, supportata anche dal telescopio giapponese Subaru, ha una probabilità stimata del 89% di avere successo; in caso positivo il sorvolo avverrà a una distanza di 25000 km. Incrociamo le dita! 8-| %%- \M/
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 29 mag 2014, 20:13

I primi risultati della campagna osservativa di cui parlavo nel precedente messaggio sono riassunti in questo articolo:
http://arxiv.org/abs/1405.7181
Anche se per il momento non ci sono ancora candidati papabili per un incontro ravvicinato, sono stati individuati 4-5 oggetti di piccole dimensioni che potrebbero comunque essere osservati in modo proficuo da una distanza maggiore (entro 0.3 ua) con un dettaglio comunque nettamente migliore (un centinaio di km) rispetto a HST o altri telescopi terrestri dotati di ottiche adattive... sempre meglio di niente!

PS: nel frattempo l'iniziativa per mandare il proprio nome a bordo di New Horizon ha raggiunto l'obiettivo delle 10mila adesioni e la NASA sembra interessata all'idea, tanto che nei prossimi mesi farà un comunicato ufficiale al riguardo; il progetto si chima ora "One Earth: New Horizons Message"!
http://www.oneearthmessage.org/
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 17 giu 2014, 8:21

A' stato assegnato il tempo osservativo per la ricerca dell'obiettivo secondario tramite il telescopio spaziale:
http://hubblesite.org/newscenter/archiv ... 4/29/full/
Si farà un tentativo di riprendere una regione di circa mezzo grado nel Sagittario, muovendo Hubble in modo da seguire un oggetto Kuiper con la giusta traiettoria durante l'esposizione; questo dovrebbe aumentare le probabilità di beccare un potenziale obiettivo debole contro l'affollato campo stellare... speriamo bene!
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Prossimo

Torna a Astronautica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 152 registrato il 20 set 2020, 12:49

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form