Oggi è 18 ott 2021, 9:58
   
Text Size
Login

Il ritorno di Hayabusa

Abbiamo portato i nostri strumenti oltre l'atmosfera terrestre. Parliamo delle affascinanti missioni scientifiche.

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 8 ott 2010, 21:02

Prime informazioni sulle particelle riportate dal "falco": sebbene gli scenziati riuniti a Praga siano molto cauti, la stampa giapponese riporta che le prime analisi suggeriscano, insieme a materiale di origine "terrestre", alcune decine di particelle con una composizione decisamente esotica che probabilmente vengono dall'asteroide!
Anche TG Leonardo ne parlava oggi... si veda ad esempio http://translate.google.com/translate?u ... =&ie=UTF-8
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Vincenzo » 16 nov 2010, 13:09

ANSA 2010-11-16 11:27
SPAZIO: GIAPPONE, PRIME PARTICELLE ASTEROIDE PORTATE A TERRA
DA ANALISI HAYABUSA INFORMAZIONI SU ORIGINE SISTEMA SOLARE
TOKYO, 16 NOV - La maggior parte delle particelle ritrovate all'interno della capsula lanciata dalla Hayabusa, la sonda spaziale nipponica protagonista di un viaggio record di sei miliardi di chilometri in sette anni, appartiene alla superficie di un asteroide, segnando la prima volta in assoluto che materia di un corpo celeste piu' lontano della Luna viene portata sulla Terra. Ad annunciare lo storico ritrovamento e' stata oggi a Tokyo l'Agenzia spaziale nipponica (Jaxa), secondo cui dalle analisi approfondite fatte negli ultimi mesi e' stato possibile rilevare circa 1.500 particelle provenienti dalle rocce dell'asteroide Itokawa, su cui la sonda era atterrata nel 2005 per raccogliere campioni di superficie. Secondo gli scienziati della Jaxa, la maggior parte delle particelle misura tra un centesimo e un millesimo di millimetro, con una composizione che vede la prevalenza di minerali come olivina e pirosseno. Lo studio al microscopio elettronico ha rivelato che le particelle contengono elementi ferrosi in misura sensibilmente maggiore rispetto a materiali simili reperibili sulla superficie terrestre, risultando compatibili con i campioni di rocce dell' asteroide Itokawa osservati dalla sonda Hayabusa. I ricercatori dell'Agenzia Spaziale proseguiranno nel lavoro di analisi della capsula, dove sono ancora presenti comparti da aprire alla ricerca di altre particelle, che saranno poi inviate ai centri scientifici e universitari sparsi per il Paese. Dallo studio del materiale asteroide gli scienziati sperano di ottenere elementi per fare luce sui numerosi misteri che ancora avvolgono l'origine del sistema solare, dal momento che il corpo celeste Itokawa si ritiene abbia mantenuto la propria forma da 4,6 miliardi di anni.
Vincenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 1898
Iscritto il: 18 lug 2006, 9:38

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 17 nov 2010, 20:12

Ottimo, Vincenzo, mi hai preceduto!
Questa è una foto al microscopio elettronico con due della perticelle ritenute di origine extraterrestre (in rosso)
http://www.nasa.gov/topics/solarsystem/ ... icles.html
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Paolo » 17 nov 2010, 23:45

Ce l'hanno fatta dunque, e' grandioso!
Che tecnologia spaventosa... Penso anche a Rosetta che tra poco si poggera' su una cometa!

Fateci sapere sugli sviluppi,
Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7680
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 24 dic 2010, 22:17

Altre buone nuove: il governo giapponese ha stanziato 3 miliardi di yen per lo sviluppo di Hayabusa-2. Se tutto va bene, la sonda partirà alla volta dell'asteroide 1999JU3 nel 2014 e ne riporterà campioni a terra nel 2020. A differenza di Itokawa che era un asteroide di tipo S, il nuovo obiettivo è un asteroide di tipo C quindi ricco di carbonio e ritenuto un oggetto primordiale e quasi intatto dalla nascita del sistema solare; il diametro è poco meno di 1 km e l'orbita compresa tra quelle di Terra e Marte (quindi facilmente accessibile e non molto diversa da quella di Itokawa). L'agenzia Jaxa farà tesoro della precedente esperienza per costruire una sonda più robusta e meno soggetta a guasti vari che hanno afflitto la prima missione (nonostante sia stata, a conti fatti, un successo).
http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T101223003538.htm
http://b612.jspec.jaxa.jp/mission/e/hay ... nce_e.html
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Vincenzo » 29 dic 2010, 11:54

Grazie Marco, per la buona notizia, quest'asteroide con un periodo di rotazione di 7,5 ore è una "trottola".

Tieni informati.

Un saluto e Buon Anno
Vincenzo
;)
Vincenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 1898
Iscritto il: 18 lug 2006, 9:38

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 8 gen 2011, 11:36

La notizia è di 10 giorni fa, è stato aperto anche il secondo contenitore di Hayabusa e sembra che anche esso contenga un centinaio di grani compresi tra 0.01 mm e 0.1 mm. La provenienza è comunque da accertare e i campioni verranno spediti in vari laboratori worldwide.
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 16 mar 2011, 8:04

Primi risultati sui grani analizzati:
http://www.spaceflightnow.com/news/n1103/13hayabusa/
A quanto pare, Itokawa è un asteroide primordiale di natura pietrosa (materiale simile ai meteoriti di questo tipo) e non contiene molecole organiche...
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

PrecedenteProssimo

Torna a Astronautica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 152 registrato il 20 set 2020, 12:49

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form