Oggi è 30 nov 2021, 7:22
   
Text Size
Login

Herschel & Planck

Abbiamo portato i nostri strumenti oltre l'atmosfera terrestre. Parliamo delle affascinanti missioni scientifiche.

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 5 lug 2010, 21:34

Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Vincenzo » 25 ott 2011, 16:29

L’iceberg che circonda una giovane stella.
Il satellite dell'ESA Herschel rileva una grande presenza di acqua ghiacciata nel disco protoplanetario di una giovane stella. Per Paolo Saraceno INAF Ifsi Roma è la conferma dell'origine interstellare dell'acqua sulla Terra...

http://www.media.inaf.it/2011/10/21/lic ... ne-stella/

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7301.10
Vincenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 1898
Iscritto il: 18 lug 2006, 9:38

Messaggioda Vincenzo » 18 gen 2012, 15:31

Planck ha completato con successo ed oltre le aspettative (circa il doppio) la sua missione, il sensore ha esaurito il refrigerante terminando la sua capacità di rilevare la debole energia residua dalla creazione dell'universo.
Esso comunque continuerà nei rilievi, per gran parte del 2012, in quanto è in grado di lavorare anche con temperature leggermente superiori.



in allegato


Un saluto a tutti
Vincenzo
:D
Allegati
Planck.pdf
(32.57 KiB) Scaricato 180 volte
Vincenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 1898
Iscritto il: 18 lug 2006, 9:38

Messaggioda Vincenzo » 18 gen 2012, 17:09

Catturate tracce luce Big Bang
Dal satellite europeo Planck

Immagine

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Il satellite Planck dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) ha completato la mappa della luce residua del Big Bang. ''Planck e' una missione meravigliosa, che funziona molto bene, fornendo un 'tesoro' di dati scientifici sui quali lavorare'', ha detto Jan Tauber, dell'Esa che lavora alla missione. Dopo il Big Bang, avvenuto 13,7 miliardi di anni fa, spiegano gli esperti, la luce dell'esplosione si e' gradualmente affievolita e attualmente viaggia sulla lunghezza d'onda delle microonde.
Vincenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 1898
Iscritto il: 18 lug 2006, 9:38

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 18 gen 2012, 17:28

Vincenzo, mi hai preceduto!
Se è vero che in questi 2.5 anni Plank ha completato 5 scansioni del cielo contro le 3 previste, va anche detto che, finora, i risultati sono stati rilasciati con il contagocce!
Sul sito della missione (http://www.esa.int/SPECIALS/Planck/index.html) ci sono 9 comunicati stampa (solo 2 nel 2011) e la stessa mappa del cielo da te postata era stata pubblicata 1,5 anni fa! Adesso veniamo a sapere che i risultati più attesi, quelli riguardanti la cosmologia, verranno pubblicati solo tra un anno e riguarderanno i primi 15 mesi di osservazioni; per l'analisi completa bisognerà aspettare l'inizio del 2014!
Tuttavia, mi rendo conto che l'analisi è molto complessa e i risultati saranno sicuramente all'altezza delle attese... Se WMAP ha inaugurato l'epoca della "cosmologia di precisione", Planck dovrebbe continuare su quella strada stabilendo un nuovo riferimento assoluto!
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Vincenzo » 25 gen 2012, 12:06

I Pilastri della Creazione visti da Herschel

http://ita.astropublishing.com/news2012 ... /jan25.htm
Vincenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 1898
Iscritto il: 18 lug 2006, 9:38

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 3 mar 2013, 10:57

E' giunto il momento di rispolverare questo thread dato che ci siamo quasi: il 21 Marzo a Parigi verranno finalmente presentati i risultati della missione Plank, compresa una nuova mappa integrale del fondo di radiazione cosmica!
http://smsc.cnes.fr/PLANCK/Fr/GP_actualites.htm
Nel frattempo, ho trovato questa interessante anticipazione su quella che è una delle più importanti scoperte fatte dal satellite, ovvero la prima osservazione di un filamento di gas caldo e rarefatto che unisce una coppia di ammassi galassie:
http://mappingignorance.org/2012/12/13/ ... g-baryons/
Il filamento, scoperto tramite l'effetto Sunyaev-Zel’dovich (interazione tra elettroni energetici e fotoni), è importante poichè dovrebbe essere il costituente principale della materia ordinaria, il cosiddetto "warm-hot intergalactic medium" (WHIM). Questa componente, normalmente invisibile, in base ai modelli attuali costituisce il 52% della materia, seguito dall'idrogeno neutro intergalattico a più bassa temperatura (26% del totale), rivelato dalle righe di assorbimento nei Quasar, e poi un 12% di gas caldo dentro gli ammassi, visibile con i raggi X. La materia "luminosa" che noi vediamo normalmente costituisce solo il 12% della materia "barionica", che a sua volta rappresenta solo il 4.5% del contenuto dell'Universo!
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

Messaggioda Marco Di Lorenzo » 6 mar 2013, 10:11

Purtroppo, come previsto, Herschel è arrivato a fine vita... i 2300 litri di idrogeno refrigerante si dovrebbero esaurire nelle prossime settimane dopo quasi 4 anni di proficue osservazioni :-s :
http://www.jpl.nasa.gov/news/news.php?release=2013-083
Tra le ultime scoperte, c'è anche la prima "mappa termica" del famigerato Apohis, con una nuova misura del diametro e dell'albedo (325 m e 23% rispettivamente):
http://www.esa.int/Our_Activities/Space ... id_Apophis
Avatar utente
Marco Di Lorenzo
Quasar Guru
 
Messaggi: 2594
Iscritto il: 25 gen 2007, 0:07

PrecedenteProssimo

Torna a Astronautica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 152 registrato il 20 set 2020, 12:49

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form