Oggi è 22 apr 2021, 15:51
   
Text Size
Login

Low Spec3

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda umberto » 18 mar 2021, 17:35

Salve a tutti.
Paolo, ho trovato nell'archivio lo spettro di Gam Cas osservata con il mio spettroscopio autocostruito nell'anno 2014. Posto, per una comparazione questo profilo e quello fatto con il Low Spec3 di Tonino. il ccd di ripresa è in entrambi la ST8300M. E' evidente la mancanza di luce nel blu nello spettro del Low Spec. Questo problema si evidenzia anche nel flat della luce di giorno anch'esso allegato.
Non è facile comprendere perchè lo spettroscopio di Tonino si comporta in questo modo.
Da una mia collaborazione con lui per tentare una perfetta collimazione di questo complicato strumento, ho notato che ottimizzando il flat, la gamma di righe da 4000 a 7000A visibili sullo spettro e rilasciata dall'Atik314 con un rericolo da 300l/mm, si trova spostata verso il blu.
Se si centra sul frame questa gamma di lunghezza d'onda ruotando il reticolo, il flat si sposta verso il rosso penalizzando le righe nella zona blu.
Questo problema si evidenzia anche sul flat della luce di giorno, che si allega.
Le uniche regolazioni che si possono apportare sulle ottiche di questo spettroscopio sono:
quella dello specchio che rinvia i fotoni passanti nella fenditura al reticolo, quella del collimatore e della lente di messa a fuoco solo in una unica direzione essendo queste due ottiche vincolate a muoversi su un binario unidirezionale, la rotazione del reticolo. L'osservazione da te rappresentata sulla eccessiva dimensione del frame della lampada rilasciato dall'Atik314 a bin 1, potrebbe effettivamente essere dovuto ad una diversa lunghezza focale dei due doppietti acromatici da quella prevista dal progettista.
Questo verrà verificato da Tonino che ora possiede lo strumento e ci terrà informati.
Umberto

_Gamma Cas Spettr. autocost-crop -ST8300M..jpg

Gam Cas Low Spec3 ST 8300M_crop .jpg

Luce di giorno.jpg
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1456
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda tonyven » 18 mar 2021, 20:38

Ho verificato la lunghezza focale dei due doppietti ed è esattamente quella prevista dal progettista.
saluti
Tonino
tonyven
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 468
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda Paolo » 18 mar 2021, 21:09

Ottimo Umberto, grazie. Capisco benissimo che puo' essere complicato mettere a punto uno strumento nuovo. Basta un elemento spostato di poco e, a catena, si comincia ad alterare la posizione e l'orientamento degli altri stravolgendo tutto. Se poi dovesse trattarsi davvero di un doppietto di focale sbagliata, puo' diventare un'operazione impossibile.

Mi sono permesso di riscalare gli spettri e di allinearli in base alla lunghezza d'onda., Restano piccole differenze perche' lo spettro con il tuo strumento usa un prisma (come l'Alpy 600), quindi la dispersione non e' costante. Ho aggiunto la posizione delle righe h-alfa e h-beta come riferimento. Si vede come, nello strumento di Tonino, il segnale dello spettro di gamma Cas sia bassissimo gia' alla lunghezza d'onda della h-beta (in quello di Umberto e' quasi al massimo nella stessa zona).

gamma_Cas_comp.jpg

Tonino, prova a inviare questa composizione. Secondo me dovresti anche spiegare che sei collaboratore ARAS (utilizzando un altro spettrografo) e che usi normalmente la lampada Relco per la calibrazione dei tuoi spettri. Tienici informati.

Ho verificato la lunghezza focale dei due doppietti ed è esattamente quella prevista dal progettista.

Anche il posizionamento e' corretto? Lente grande (30 mm, F=100mm) di fronte alla camera CCD?

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7620
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda tonyven » 18 mar 2021, 22:46

Paolo. Ti confermo che il posizionamento dei doppietti è corretto. Con l'occasione allego l'e-mail inviata al progettista e corredata dei fit di Gam Cas e del tuo jpeg preparato:

"Hello Paul. Your spectroscope is very interesting not to see it work well. Maybe there was a misunderstanding so I am sending you the Gam Cas fits made with low spec and with another spectroscope. The comparison shows a lack of light on the blue on the spectrum made with the low spec. Can you tell me how to get rid of this problem? I am a Bess observer and I also wanted to post on this database the spectral profiles made with the spectroscope you designed.
Greetings
Tonino"
tonyven
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 468
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda Paolo » 19 mar 2021, 1:54

Molto bene Tonino!

Pero' un'ultima prova ce la devi fare... e' possibile che hai il reticolo invertito!

Prova a ruotarlo di 180 gradi rispetto al suo supporto:

reticolo.JPG

Se e' invertito, la zona di massima efficienza, anziche' capitare intorno a 5000A come da specifiche del reticolo, si trova in un punto molto lontano verso il lato del rosso (probabilmente fuori dallo spettro), con il blu penalizzato.

L'efficienza decresce rapidamente allontanandosi dal range ottimale, come si puo' leggere nelle specifiche (These gratings will have a relatively sharp efficiency peak about their blaze wavelength). Significa che, oltre al discorso della carenza di blu, staresti perdendo una grande quantita' di luce e questo spiegherebbe anche tutto quel rumore nello spettro di una stella di mag 7.7 (BT CMi) esposto per ben un'ora.

E' solo un'ipotesi. Facci sapere...

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7620
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Paolo » 29 mar 2021, 20:31

Tonino, dicci che ti hanno "rifilato" un reticolo blazed nell'infrarosso! ;)

Risolveresti tutti i problemi in un sol colpo!

Speriamo...

Paolo

PS: sei in contatto con Umberto?
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7620
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda tonyven » 1 apr 2021, 19:33

Ciao Paolo. Si sono in contatto con Umberto e stiamo cercando di risolvere. Certo che il dubbio viene veramente forte. In effetti il reticolo da 300 sembra blazed sull'infrarosso. Abbiamo provato il 600 e sembra andare bene. Mah!
Saluti
Tonino
tonyven
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 468
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda tonyven » ieri, 21:14

Ciao a tutti. Con la collaborazione degli Aquilani, ai quali va tutta la mia gratitudine, si è risolto il problema della perdita di luce nella parte blu dello spettro del Low Spec. Posto quindi lo spettro della Be Phi Leo osservata il 20/04/2021 ed uno spettro della stessa Be osservato il 28/03/2021, quando lo spettroscopio era carente nel blu. Dall'osservazione dei due spettri si può notare la differenza di luce nella parte blu dopo il perfetto allineamento delle ottiche. Aggiungo anche il profilo elaborato con Isis della stella in questione con lo spettroscopio ottimizzato.
Saluti Tonino

cropmediaphileo20042021.jpg


cropmediaphileo28032021.jpg


phileo_20210420_828_TVentura.png
tonyven
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 468
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

PrecedenteProssimo

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron

Chi c’è in linea

In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 152 registrato il 20 set 2020, 12:49

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Login Form