Oggi è 25 feb 2021, 3:40
   
Text Size
Login

Stella Be V923 Aql e nuovo paper

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda Paolo » 3 feb 2021, 23:55

Ciao a tutti, segnalo con piacere un nuovissimo studio scientifico in cui sono stati impiegati spettri amatoriali:

M. Wolf et al.: Long-term, orbital, and rapid variations of the Be star V923 Aql = HD 183656

https://arxiv.org/pdf/2102.00631.pdf

V923 Aql si annovera fra le stelle Be che esibiscono variazioni a lungo termine della velocita' radiale (RV) e del rapporto V/R nelle Balmer. I parametri RV e V/R sono ben diversi. Il primo e' la velocita' radiale che si ricava misurando lo spostamento Doppler della riga nella sua interezza (in particolare le ali della riga di emissione), il secondo e' il rapporto fra le intensita’ dei due picchi V (spostato dal lato del violetto) e R (spostato dal lato del rosso).

Fonte
4crb.jpg

Stiamo parlando di righe di emissione che tipicamente esibiscono il doppio picco. E' una delle caratteristiche piu’ interessanti che si osservano nelle stelle Be. Le variazioni periodiche hanno una durata assai variabile, possono infatti evolvere in pochi giorni come in decine di anni.

I parametri descritti sono rilevabili anche su spettri presi con i nostri modesti strumenti, come confermato dall'impiego di spettri amatoriali in questo studio. Entrambi variano periodicamente e c'e' anche una correlazione. Si e' visto infatti che i massimi di RV e V/R coincidono temporalmente.

Come e’ facilmente intuibile, questo tipo di ricerca necessita di osservazioni svolte in un intervallo temporale piu' ampio possibile. Ecco perche' gli spettri piu' vecchi presi in esame risalgono al 1927 - Harper (1937). I piu' recenti sono invece fra quelli amatoriali del BeSS. A proposito di questo database, gli autori sottolineano che rappresenta uno strumento ideale per l’analisi delle variazioni spettrali a lungo termine.

Un esempio di plot dell’intensita’ del picco R in funzione del tempo (pag. 6, fig. 3). I cerchi verdi sono le misure ottenute dagli spettri amatoriali. Non servirebbe rimarcarlo ma e’ evidente la bonta’ delle informazioni che si possono derivare dai nostri spettri.

Ha_Ir_var.JPG

Gli spettri esibiscono anche variazioni a corto termine. Si evince dalla dispersione dei dati che risulta troppo grande per essere attribuita agli errori di misura attesi. Tuttavia l'analisi e' molto complessa e non ha portato ad una chiara individuazione dei periodi brevi, soprattutto per la mancanza di una idonea distribuzione temporale delle osservazioni.

V923 Aql e' stata studiata anche fotometricamente (UBVR). Interessante vedere che la differenza di magnitudini B-V e' praticamente stabile nel tempo mentre U-B esibisce vistose oscillazioni. Diversamente da altre stelle Be che mostrano variazioni di luminosita' soprattutto nel visibile, questa Be sembra variare solo nella regione UV.

Uno degli scopi del lavoro e' di migliorare le conoscenze del moto orbitale del sistema. Analizzando con una speciale tecnica le variazioni dei residui RV dei cicli lunghi (che non si ripetono esattamente uguali), si e' potuto risalire al periodo orbitale del sistema di 214.716 giorni, perfezionando cosi' la formula per il calcolo delle effemeridi:

Tmax_rv = RJD 43057.6 + 214.716 * E
(RJD = HJD-2400000.0)

Nel paper sono pubblicati i valori che definiscono con precisione l’orbita del sistema e le caratteristiche fisiche e radiative (inclinazione, rapporto di massa, temperatura effettiva, luminosita’, ecc).

Dall’analisi dei tantissimi spettri presi nel corso di 25000 giorni, in cui lo stato di emissione delle Balmer non e’ mai venuto meno (piuttosto raro fra le stelle Be), gli autori hanno potuto confermare che le variazioni a lungo termine sono dovute ad un fenomeno di "schermatura" del disco stellare da parte di una regione piu’ densa del disco circumstellare (noi osserviamo il disco in direzione equatoriale).

arm.JPG

Invito a leggere il paper, reperibile al link che ho riportato ad inizio topic, dove troverete informazioni approfondite e molto interessanti.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7580
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron

Chi c’è in linea

In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 152 registrato il 20 set 2020, 12:49

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Login Form