Oggi è 4 lug 2020, 6:35
   
Text Size
Login

Osservazione stelle Be

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda tonyven » 28 giu 2020, 13:13

Anche questa settimana si è riusciti a fare qualcosa. Sempre rimanendo in ambito delle stelle Be ho ripreso la V2385 Oph. Una stella di classe B7IIIe, con mag V 8.84.Posto il profilo dove si vede oltre alle Balmer anche il sodio.
Saluti
Tonino

v2385oph_20200627_861_TVentura.png
tonyven
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 356
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda umberto » ieri, 0:47

Salve a tutti, chiedo scusa per il fuori topic. Per rispondere alla domanda di Miror circa la fluttuazione del segnale portato dalla fibra ottica riporto qui una nuova esperienza. Questa sera ho osservato la stella Del Sco prima con la fibra immobile e successivamente agitandola un pò con le mano per tutta la durata dell'osservazione. Ebbene lo spettro realizzato agitando la fibra, a parità di tempo di integrazione, è nettamente meno rumoroso di quello ottenuto con la fibra immobile.Posto i profili ottenuti dalle singole osservazioni.Quindi agitando lentamente la fibra si ottiene un trasporto più costante di fotoni.
Umberto

delsconoagitatore_20200702_867_Umberto Sollecchia.png


delscoconagitatore_20200702_871_Umberto Sollecchia.png
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1360
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda miror » ieri, 5:48

Molto significativa la differenza.
Nei sui tests Buil spiega molto bene in effetti questi problemi: http://www.astrosurf.com/buil/modal_noise/.
Il sistema in fibra rimane comunque molto comodo. Non mi è ancora chiaro come riesci a visualizzare la stella sulla fibra;cioè, quando la stella è sul core della fibra e quindi è nella "fenditura" riesci a visualizzarla bene?
miror
Utente Junior
 
Messaggi: 90
Iscritto il: 12 apr 2015, 21:22

Messaggioda umberto » ieri, 14:32

Paolo, per identificare il core della fibra basta accendere una lampada all'interno dello spettroscopio e sul frame della Camera guida si identificherà il pixel in cui la fibra brillera'.In questo punto verrà posizionato il target ma per ottenere un buon segnale sarà opportuno fare dei tentativi posizionando la stella intorno al pixel identificato fin ad ottenere una maggiore luminosità dello spettro. Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1360
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Precedente

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron

Chi c’è in linea

In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 135 registrato il 7 mag 2020, 7:06

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Login Form