Oggi è 4 lug 2020, 8:20
   
Text Size
Login

Sheliak

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda Max » 10 giu 2020, 17:38

Ciao a tutti ,finalmente posso mostrarvi il mio primo spettro elaborato con Isis,si tratta della stella Sheliak, tra le varie righe di emissione si denota in evidenza il profilo P-Cigny.
L'unico dubbio che ho è il fatto che non ho trovato una stella della stella classe spettrale per fare un confronto.
Altra cosa le righe 3835, 3970,4101 e 4340 su Plot sono leggermente spostate mentre sella verifica di calibrazione sono perfette,da cosa può dipendere?
Vi allego lo spettro
Sheliak plot s..png
Avatar utente
Max
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 459
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda tonyven » 10 giu 2020, 19:30

Finalmente! Bravo Max. So che hai avuto qualche problema nell'elaborazione. Come hai risolto alla fine ?
Tonino
tonyven
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 356
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda Max » 10 giu 2020, 19:47

Ciao Toni,sinceramente non lo so come ci sono riuscito, in pratica ho rifatto tutto il procedimento prima senza flat ed è andato tutto ok, poi mi sono detto proviamo a metterli ho rifatto sempre tutto da capo ed è andata bene, mi viene il dubbio che ci sia un bug nel programma.L'importante è che ora ci possa lavorare.
Avatar utente
Max
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 459
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda umberto » 10 giu 2020, 21:06

Bene Max, Sheliak è una sola! Il suo profilo spettrale varia nell'arco di un minuto.
Se PlotSpectra evidenzia un errore di calibrazione in lambda di certo sarà presente anche su Isis, verifica bene il processo ci riduzione dati.
Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1360
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Max » 10 giu 2020, 21:55

Ciao Umberto , ho verificato la calibrazione ed ho visto che effettivamente ho una differenza sul centro di circa un A in negativo su tutti quei punti,devo essere più preciso nel cercare il centro della riga. Domani rifaccio il procedimento.
Grazie
Massimo
Avatar utente
Max
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 459
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda Max » 13 giu 2020, 11:35

Ciao a tutti ,ho rifatto la procedura più volte ma ottengo sempre lo stesso risultato, anche se in quest'ultima prova credo sia venuta meglio, ma è possibile che un leggero errore tipo 4860 invece di 4861 porti ad una differenza così evidente?
Allego la nuova elaborazione
Sheliak plot s..png

Grazie
Massimo
Avatar utente
Max
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 459
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda Paolo » 15 giu 2020, 13:00

Max, non impazzire con le elaborazioni, la calibrazione in lunghezza d'onda va benissimo cosi'. Errori cosi' piccoli sono perfettamente tollerati in spettri a bassa risoluzione. Poi, come giustamente hai pensato, e' facile che un piccolo errore faccia spostare il riferimento di un pixel (di meno non si puo') e quindi lo faccia "ingigantire" visivamente. E' il caso del tuo profilo.

In questi spettri e' invece molto importante, e purtroppo non facile, la perfetta calibrazione del flusso luminoso. Nei profili di Sheliak che ho preso o visto sul web, il continuo sale con una progressione che incrementa fino a circa 4000A, nel tuo invece vedo un "appiattimento" sotto i 4800 A circa. Non sono certo al 100% che non sia reale, pero' e' strano. Prova a ricontrollare la risposta strumentale. Probabilmente non c'entra nulla, pero' controlla anche se per sbaglio hai raggiunto la saturazione (o livelli troppo alti) nelle parti piu' luminose degli spettri.

Puo' trattarsi anche di un taglio di lunghezze d'onda operato dalla fenditura (vedi qui). In questo caso, se e' capitato sul target e non sulla stella di riferimento, non c'e' purtroppo nulla da fare.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7446
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Max » 15 giu 2020, 14:11

Ciao Paolo,grazie per le info, sempre utilissime, ho rivisto tutti i file e verificati nei vari punti che mi hai detto, gli adu variano dai 14000 ai 22000 sia nel target che nel riferimento,la cosa che mi viene da pensare è la posizione della stella in fenditura ,opzione validissima perché in Phd la stella non stà ferma un attimo ma oscilla,quindi il problema potrebbe essere quello,pertanto dalle prossime acquisizioni userò Astroart.
Avatar utente
Max
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 459
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda Max » 15 giu 2020, 14:36

Però ora ho qualche dubbio ho rifatto per gioco la procedura con Rspec
Sheliak prof.jpg

Ora sia Isis che Demetra devono darmi spiegazioni in merito.Le pretendo!!!!!! :D
Avatar utente
Max
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 459
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda Paolo » 23 giu 2020, 11:59

Ciao Max, solo una cosa che avevo dimenticato di segnalarti. Non vedo righe che mostrano il caratteristico profilo P-Cygni nel tuo spettro. Dove hai preso questa info?

Se intendi la coppia emissione/assorbimento intorno all'elio 5876, non e' un P-Cyg (che poi sarebbe inverso dato che l'assorbimento si deve trovare nel lato verso il blu) ma semplicemente una coincidenza dovuta alla vicina riga di assorbimento del sodio (doppietto non risolto a 5889.95 e 5895.92 A).

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7446
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Max » 23 giu 2020, 13:44

Mi hanno dato un'informazione sbagliata allora, ed io ci sono cascato, ho visto un profilo P-Cigny di un'altra stella ed hai ragione Paolo, come sempre :D ,vabbeh sbagliando si impara ...
Avatar utente
Max
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 459
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma


Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 135 registrato il 7 mag 2020, 7:06

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form