Oggi è 27 gen 2020, 2:38
   
Text Size
Login

Un occhio a Betelgeuse...

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda tonyven » 30 dic 2019, 14:29

Complimenti Max. Era ora che postavi qualcosa. Non posti... ma quando posti è uno spettacolo. Dai così!
Anche io ieri sera ho provato a riprendere questa stella con il mio UVEX ancora da completare poiche manca il modulo guida.Ho impiegato un pò di tempo per mettere la stella nella fenditura artigianale fatta da me,poichè non ho la visione della guida. La risoluzione è superiore di poco all'Alpy.
Saluti Tonino

alfaori_ 20191229_909_0.png
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 269
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda umberto » 31 dic 2019, 13:16

:ymhug: Complimenti a Max e Tonino, grazie per aver condiviso i vostri spettri.Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » 1 gen 2020, 21:57

Complimenti a tutti e, visto che ci siamo, per Betelgeuse c'e' il primo spettro del 2020 (da parte mia)!

Bet_AQ_2020.jpg

(per adesso non calibrato in lambda e non corretto per la risposta).

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7334
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Paolo » 2 gen 2020, 16:58

Il profilo calibrato...

alfori_20200101_812_PB.png


Per qualunque confronto con altri spettri, ai nostri profili dobbiamo necessariamente rimuovere tutti gli assorbimenti tellurici, altrimenti vengono fuori differenze non reali che potremmo erroneamente attribuire a variazioni della fotosfera stellare. E' un delicato passaggio del trattamento che normalmente non facciamo ma che in questo caso e' fondamentale. C'e' una grande differenza fra due spettri di Betelgeuse, presi ad esempio quando la stella si trova a 20° o 50°, se andiamo a studiare gli assorbimenti molecolari della fotosfera stellare che si sovrappongono alle bande atmosferiche terrestri.

Il modo migliore per risolvere e' quello di isolare le telluriche in uno spettro di una stella molto calda (e' piu' facile) osservata alla stessa altezza di Belelgeuse e poi eliminarle con l'aritmetica dallo spettro di Betelgeuse. Le stelle della cintura di Orione potrebbero andare benissimo. In alternativa si puo' tentare con il profilo ATMO nella libreria di ISIS (opportunamente abbassato di risoluzione e adeguato nell'intensita').

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7334
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda umberto » 2 gen 2020, 18:57

Che coraggio! Sei un temerario, ieri sera alle 20,30 la temperatura era sotto lo zero.
Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » 2 gen 2020, 19:33

Umb, il primato lo hai tu! Ricordo molto bene quando eri preoccupato che la tua SBIG non saliva a piu' di -10° con la Peltier spenta... era quella la temperatura ambiente! :-o

Adesso sono su una vecchia conoscenza... la nova nana nel Cigno e' dura a morire! Ma e' scesa purtroppo a V 15 circa. Sto provando a vedere se si rileva la riga h-alfa allargata in fase di quiescenza.

Se riesco faro' qualche altro test per la pulizia dello spettro di Betelgeuse.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7334
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Max » 2 gen 2020, 19:51

Eh io non lo so ma fa freddo,l'altra sera sono stato al sito osservativo a Monteromano,mamma mia..sarà l'età che avanza :(
Avatar utente
Max
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 329
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda umberto » 2 gen 2020, 21:24

Vecchi tempi Paolo! Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » 22 gen 2020, 14:49

Sara' un comportamento che rientra nel quadro di buona salute della stella, pero' la luminosita' continua a scendere...

Bet_AAVSO2.JPG

Un mese fa eravamo su mag V 1.2, oggi la luminosita' e' calata e siamo intorno a V 1.6...

Dovremmo prendere degli spettri. Se inizia a risalire, conserveremo una preziosa testimonianza del minimo del secolo (ed oltre)!

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7334
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda umberto » 24 gen 2020, 19:26

Paolo, il profilo sembra simile ai precedenti e rassicurarci su una eventuale esplosione.Se poi ci sia già stato un outburst, dovremo ancora attendere per registrarne l'evento.
E' così lontana!
Umberto

alpori_20200122_932_Umberto Sollecchia.png
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » oggi, 1:10

Ottimo!

La questione, stando all'ultimo telegramma (#13410), e' in questi termini:
se quanto siamo osservando e' dovuto al (super) minimo del ciclo con periodo di 420 giorni, Betelgeuse terminera' il declino e comincera' a risalire di luminosita' a fine gennaio/inizio febbraio. Se questo non accade, cioe' la stella continua a diminuire, vanno avanzate nuove ipotesi (e la faccenda si fa veramente interessante).

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7334
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Precedente

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Chi c’è in linea

In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 58 registrato il 20 ott 2018, 16:27

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Login Form