Oggi è 17 lug 2019, 1:11
   
Text Size
Login

Confronto tra due spettri

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda Max » 4 apr 2019, 16:44

Ciao a tutti, vorrei chiedervi se è possibile calcolare il Red shift tra due spettri ripresi ed elaborati ad un anno di distanza, ma con due strumenti diversi uno con lo Sa100 e l'altro con lo spettroscopio Alpy600.E soprattutto come si fa :D
Vi allego comunque le due immagini di Alioth
Alioth profilo finale.jpg

Alioth profilo f.jpg
Avatar utente
Max
Utente Attivo
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda Paolo » 4 apr 2019, 18:40

Max, se ho capito bene stai parlando di velocita' radiale.

In generale le velocita' radiali si trattano con strumenti ad alto potere risolvente. Qui consideriamo risoluzioni spettrali veramente al limite, non so cosa ti aspetti da Alioth la cui velocita' radiale varia di soli +/- 18 Km/s circa, dovuti al moto di rivoluzione della Terra attorno al Sole. Per questo motivo fra l'altro, se e' passato un anno esatto, la variazione di velocita' radiale e' praticamente nulla...

Lo spettro che hai preso con lo Star Analyser, oltre ad avere una risoluzione davvero bassa, e' anche molto rumoroso e la precisione con cui puoi misurare la posizione di una riga e' molto bassa, forse l'incertezza e' di +/- 15 A circa. Tale valore, espresso in Km/s (velocita' radiale), corrisponde a +/- 900 Km/s circa (ho considerato la riga h-beta). In definitiva andresti a misurare una grandezza che non supera 20 Km/s con uno strumento che te la fornisce con un incertezza di +/-900 Km/s!

Con gli spettri dell'Alpy 600, si comincia a parlare di velocita' radiali se metti a confronto due profili calibrati *alla perfezione* in lunghezza d'onda (con la lampada per intenderci). Gli spettri devono inoltre presentare numerose righe (emissione o assorbimento) ben marcate. La tecnica e' fattibile in ISIS e sfrutta la cosiddetta funzione di "cross-correlation". In questo caso, ovvero solo se tutto e' ottimizzato, si arriva ad una precisione di circa +/- 40 Km/s. Ne consegue che le velocita' da misurare dovranno essere sufficientemente grandi, ad esempio quelle delle galassie (qui parliamo di redshift) oppure di stelle con elevato moto radiale.

Dai un'occhiata alle due esperienze sotto, ci sono parecchi dettagli:

Christian Buil:
http://www.astrosurf.com/buil/redshift/demo.htm

Robin Leadbeater:
http://www.spectro-aras.com/forum/viewt ... ?f=8&t=618


Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7195
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda tonyven » 4 apr 2019, 21:10

Che spettacolo! Speravo tanto si potessero fare delle misure! Così oltre alla temperatura superficiale( con la legge di Wien), si può misurare anche la velocità radiale con ISIS. C'è n'è di lavoro da fare allora! Grande Paolo!
Saluti Tonino
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda Max » 4 apr 2019, 22:25

Grazie per la spiegazione Paolo :).. Ora metto in cantiere l'acquisto della lampada.. Cosa mi consigli?
Avatar utente
Max
Utente Attivo
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma

Messaggioda Paolo » 5 apr 2019, 15:49

La massima comodita' e' offerta dal modulo di calibrazione originale (che ti permette di prendere anche i flat e i dark), non ci sono dubbi. Se pero' non vuoi spendere quella cifra, puoi realizzare una matrice di lampade Relco, da inserire ad esempio in un tappo per il telescopio, che userai ad inizio e fine riprese di ogni target. L'Alpy 600 e' molto stabile meccanicamente per cui credo non troverai molte variazioni nel corso del tempo e della zona di cielo osservata. Per precauzione ti consiglio in ogni caso di procedere in questo modo.

Un esempio, la realizzazione di Umberto:
download/file.php?id=9474&mode=view

Qui sono disposte radialmente ma puoi anche fare una matrice quadrata usando sempre piu' di 10 lampadine uniformemente distribuite davanti all'apertura del telescopio (evitando ovviamente il secondario!).

Ci sono anche soluzioni piu' raffinate, vedi altri esempi sul forum, pero' e' richiesta un po' di lavorazione meccanica.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7195
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Fab » 5 apr 2019, 17:06

Maggiori info qui :
Kit lampade calibrazione.pdf
(601.83 KiB) Scaricato 17 volte


Per ulteriori info c'è questo scritto del sempre ottimo Richard Walker.
Lo spettro ottenuto con il Dados munito di reticolo da 200l/mm (R=800)
dovrebbe essere simile o di poco inferiore a quello fornito dall'Alpy :
http://www.ursusmajor.ch/downloads/sque ... es-5.0.pdf


Questo è sempre della lampadina Relco480 ripreso con l'Alpy
https://roslistonastronomy.uk/category/spectroscopy

Fabrizio
Fab
Utente Attivo
 
Messaggi: 297
Iscritto il: 8 lug 2016, 20:22

Messaggioda Max » 6 apr 2019, 13:20

Grazie a tutti ,ma credo che comprerò quella di Sheliak ,non ho tempo e testa per mettermi a costruirla.Fermo restando che tutti i link sono utilissimi :D :D :D
Avatar utente
Max
Utente Attivo
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 14 ago 2017, 11:32
Località: Roma


Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 58 registrato il 20 ott 2018, 16:27

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form