Oggi è 22 ott 2018, 18:56
   
Text Size
Login

PNV_J17422408-2053088 è una nova classica

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda umberto » 9 ago 2018, 23:44

Salve a tutti, osservata questa sera 09-08-2018, si tratta di una nova classica.Sono visibili le emissioni dell'idrogeno e del ferro.Umberto

pnv_j17422408-2053088_20180809_846_Umberto Sollecchia.png
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Alessandro » 10 ago 2018, 0:43

Neanche le nottate con i nipotini riescono a fermarti. Non te ne scappa nemmeno una!
:ymapplause:
Alessandro
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 463
Iscritto il: 30 giu 2015, 20:35
Località: Roma / L'Aquila

Messaggioda Paolo » 10 ago 2018, 1:18

Grande Umberto!
Stasera doppietta da L'Aquila! ;)

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6946
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda umberto » 10 ago 2018, 11:58

Grazie ALessandro e Paolo, si fa quel che si può. Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » 12 ago 2018, 19:38

Ragazzi, la nova e' diventata una "bomba" di mag 9 circa (ed e' in salita)!
Qui comincia ad andare bene anche lo Star Analyser che non e' piu' problmatico per il tappeto di stelle su cui si staglia la nova.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6946
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda LFranco » 13 ago 2018, 20:57

Peccato, avrei voluto osservarla questa sera ma ... nuvole ... nuvole ed il meteo non promette nulla di buono nei prossimi giorni.

Saluti
Lorenzo Franco
Avatar utente
LFranco
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 367
Iscritto il: 8 ago 2015, 0:51

Messaggioda umberto » 14 ago 2018, 11:23

Salve a tutti, da me ieri sera 13-08-2018 il meteo ha permesso l'osservazione. Posto il nuovo profilo spettrale su cui sono visibili numerose variazioni. Umberto

novaoph2018c_20180813_829_Umberto Sollecchia.png
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » 14 ago 2018, 16:07

Bravissimo Umberto. E' la "tua" nova. Ci sono solo tuoi spettri (per ora) nel DB ARAS!
Doveva essere anche tua la classificazione visto che sei stato il primo a prendere lo spettro. A volte non si riesce ad essere tempestivi nel raggiungere i prof (non per causa tua ovviamente).

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6946
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda LFranco » 14 ago 2018, 16:55

Paolo ha scritto:A volte non si riesce ad essere tempestivi nel raggiungere i prof (non per causa tua ovviamente).

E' proprio questo il problema, quando c'è qualcosa di nuovo e di unico non è ben chiaro a chi mandarlo. La risposta dovrebbe essere (per definizione) il database ARAS ... ma non è sempre così, visto che il prof. Munari si muove autonomamente. Così si corre il rischio di disperdere inutilmente delle energie osservative.
Saluti
Lorenzo Franco
Avatar utente
LFranco
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 367
Iscritto il: 8 ago 2015, 0:51

Messaggioda umberto » 14 ago 2018, 17:01

Parole sante le tue Lorenzo!!!!!!
Saluti- Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda nico » 14 ago 2018, 22:07

Lorenzo, la creazione del progetto ANS da parte di Munari, con le regole comportamentali, oltre che metodologiche che si sono imposti, garantisce al suo gruppo di lavoro, e soprattutto a lui, di essere molto tempestivi e battere sul tempo molto spesso i singoli astrofili che devono fare una sorta di passaggio in più per le comunicazioni ufficiali.
L'idea di avere un referente professionista da avvertire tempestivamente è certamente vincente, dal momento che a quanto pare non è sufficiente l'ARAS, ma personalmente la soluzione adottata per il progetto ANS la reputo un po' troppo "rigida" specialmente per quel che riguarda la "proprietà" e la diffusione dei dati.
Non vorrei sembrare troppo negativo, ma non mi piacerebbe essere poco più che manovalanza.
È chiaro però che un professionista che possa interfacciarsi tempestivamente con gli astrofili che tentano di fare ricerca e magari ottengono dati interessanti sarebbe davvero una cosa molto utile.
A mio avviso però poi l'astrofilo dovrebbe essere libero di usare o diffondere i propri dati come e dove vuole.
Chiarisco che la mia non vuole essere una polemica nei confronti del progetto ANS, che si è dato delle regole e che certamente gli garantiscono il risultato, solo che per come la penso io basterebbe semplicemente trovare un professionista disinteressato che abbia voglia e tempo per le esigenze degli astrofili ecc...

A Firenze anni fa ad esempio c'era il Prof. Forti di Arcetri che per gli asteroidi era sempre disponibile con gli astrofili, ma forse erano anche altri tempi.

Chiedo scusa per l'off tipic, magari possiamo discuterne in un topic apposito se necessario.

Nico
Ultima modifica di nico il 15 ago 2018, 12:19, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
nico
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 369
Iscritto il: 17 giu 2013, 19:20

Messaggioda LFranco » 14 ago 2018, 23:56

Ciao Nico,
sono consapevole di tutto quanto hai scritto, ma l'esigenza resta.
Ultimamente il gruppo italiano di astrofili attivi che si occupano di spettroscopia sta crescendo e credo stia crescendo anche l'esigenza di poter contare su di un professionista disposto ad indirizzarli, supportarli ed incoraggiarli.

Saluti
Lorenzo Franco
Avatar utente
LFranco
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 367
Iscritto il: 8 ago 2015, 0:51

Prossimo

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron

Chi c’è in linea

In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 58 registrato il 20 ott 2018, 16:27

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Login Form