Oggi è 22 feb 2019, 9:46
   
Text Size
Login

Possibile nova mag 10 nello Scudo

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda Paolo » 30 giu 2018, 13:16

Dal CBAT "Transient Objects Confirmation Page":

TCP J18292290-1430460

http://www.cbat.eps.harvard.edu/unconf/ ... 30460.html

Coordinate 2000:

AR 18 29 22.90
DEC -14 30 46.0

Speriamo che non sia un falso allarme. Potrebbe trattarsi di una nova classica "impolverata"...

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7082
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda umberto » 1 lug 2018, 0:55

Salve a tutti, si tratta di una nova classica, la luce è fortemente arrossata a causa delle polveri interstellari.Umberto
Allegati
tcp-j18292290-1430460_0630_20180630_874_Umberto Sollecchia.png
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1161
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda LFranco » 1 lug 2018, 2:30

Ciao a tutti,

ecco anche il mio spettro.
Saluti
Lorenzo Franco
Allegati
_tcpj18292290-1430460_20180630_921_LFranco.jpg
Avatar utente
LFranco
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 384
Iscritto il: 8 ago 2015, 0:51

Messaggioda mmorri2 » 1 lug 2018, 8:59

Interessantee ben osservabile.
mmorri2
Quasar Guru
 
Messaggi: 2135
Iscritto il: 12 apr 2011, 19:21

Messaggioda miror » 1 lug 2018, 9:07

Bene ragazzi, ci siamo dati da fare tutti. Ottimo! Dato che ci siamo vi riporto anche il mio. stella di riferimento HD170902
Saluti
Allegati
Graph1.jpg
miror
Utente Junior
 
Messaggi: 71
Iscritto il: 12 apr 2015, 21:22

Messaggioda Fab » 1 lug 2018, 9:17

Ottimi i tre spettri Umberto Lorenzo e Miror
Che tempestività signori.
Paolo da profano vedo un pronunciatissimo profilo tipo "P Cygni" in corrispondenza
dell'Ha. Per nova "impolverata" intendi quindi una nova con un disco di gas più freddo
che si evidenzia nel grafico come assorbimento immediatamente prima del guscio più caldo
e in espansione evidenziato dalla riga di emissione.
Fab
Utente Attivo
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 8 lug 2016, 20:22

Messaggioda Paolo » 1 lug 2018, 10:59

Ragazzi, sono le 11 e mi sono appena svegliato... non per aver osservato ieri notte la nova ma per aver partecipato ad una scatenata festa matrimoniale fino a tarda notte! Cosi' ho perso la possibilita' di prendere uno dei primi spettri di questa interessante nova... X(

Complimenti vivissimi a tutti voi per gli eccellenti spettri ma soprattutto a quella vecchia volpe di Umberto che ieri notte ha divulgato al mondo intero la natura del transiente!

http://www.astronomerstelegram.org/?read=11802

Credo che per un soffio anche i vostri nomi non siano entrati nell'ATel. Fate sempre riferimento a Francois Teyssier in maniera tempestiva quando ci sono casi del genere. C'e' comunque altro spazio per ulteriori ATel che trattano l'evoluzione spettroscopica.

Fabrizio, intendevo le polveri intestellari che si trovano tra noi e la nova. Gli effetti sono principalmente due nei nostri spettri: il continuo e' fortemente arrossato, vedi pendenza in salita verso il rosso; la riga di assorbimento del doppietto del sodio e' molto intensa. Nota che la nova sarebbe stata molto piu' luminosa senza le polveri nel mezzo interstellare. La massima probabilita' per un oggetto di quella magnitudine, la cui luce e' filtrata dalle polveri, era appunto una nova classica.

Nella direzione in cui si trova la nova, l'arrossamento totale vale circa E(B-V) ~ 1.6. Con ISIS chi ha preso lo spettro puo' simulare un profilo senza arrossamento provando con valore uguale o inferiore a 1.6 (Misc -> Extinction -> Dereddening).

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7082
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Alessandro » 1 lug 2018, 15:10

Complimenti a tutti per il bel lavoro che state facendo ed in particolare ad Umberto sempre pronto ad immortalare immediatamente sul sensore questi preziosi spettri!

:ymapplause: :ymapplause: :ymapplause:
Alessandro
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 479
Iscritto il: 30 giu 2015, 20:35
Località: Roma / L'Aquila

Messaggioda umberto » 1 lug 2018, 20:30

Ringrazio tutti, Alessandro hai visto quanti tracciati sappiamo fare anche noi! L'universo pulsa come il cuore di tutti gli esseri che esso ospita.
Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1161
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda LFranco » 2 lug 2018, 0:49

Ciao a tutti,

lo spettro della nova di questa sera è molto cambiato rispetto a ieri.
La riga Halfa adesso è più pronunciata.

Saluti
Lorenzo Franco
Allegati
_tcpj18292290-1430460_20180701_843_LFranco.png
Avatar utente
LFranco
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 384
Iscritto il: 8 ago 2015, 0:51

Messaggioda nico » 2 lug 2018, 1:14

Nell'ultimo spettro di Lorenzo Franco sembra essere scomparso o molto attenuato l'effetto P Cygni.
Quale potrebbe essere la spiegazione di questo fenomeno?
Avatar utente
nico
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 375
Iscritto il: 17 giu 2013, 19:20

Messaggioda umberto » 2 lug 2018, 2:06

Salve a tutti, ridotto il P-Cyg, forse a causa della densa nebulosa di polveri che avvolge ora la stella la magnitudine è precipitata.
Umberto

novasct2018_20180701_845_Umberto Sollecchia.png
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1161
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » 2 lug 2018, 15:02

Urca come siete attivi! Lorenzo, la tua nuova osservazione mostra che lo spettro e' enormemente cambiato in un solo giorno. L'effetto mi sembra quello visto piu' volte durante gli alti e bassi della ASASSN-17HX (Nova Sct 2017), il continuo che si abbassa, le emissioni che salgono e la componente in assorbimento dei P-Cyg che si riduce di intensita'. Per questa nova pero' il tutto e' avvenuto a pochissima distanza di tempo dall'outburst. Se la tendenza prosegue, la nova finira' fuori dalla portata dei nostri spettrografi a brevissimo (purtroppo). Speriamo in qualche "rebrightening"... Sappiamo comunque che gli eventi nova possono durare anche molto poco, questa potrebbe essere una nova veloce.

Ieri sono riuscito anche io ad osservarla con il Lhires III e il reticolo da 1200 l/mm. Il profilo e' rumoroso ma evidenzia chiaramente l'evoluzione della riga h-alfa (sia rispetto al profilo echelle di Olivier presente nel database ARAS che ai vostri).

novasct2018_20180701_899_PB.png

A queste risoluzioni il P-Cygni e' ancora ben distinto (vedi anche il profilo di Umberto). Nel grafico sotto (ho rimosso le righe telluriche) il flusso e' in funzione della velocita' radiale. Il minimo del P-Cyg e' rimasto praticamente inalterato rispetto al 30 giugno (siamo sui -700 Km/s con lo zero a 6562.8A e sui -800 Km/s circa con l'origine sul centro del picco di emissione). Le componenti in assorbimento blue-shifted potrebbero anche essere due se si considera il largo avvallamento del profilo sui -1700 Km/s circa.

Rispetto al continuo la componente in emissione dell'idrogeno si e' notevolmente sollevata. Il fianco rosso della riga adesso e' molto piu' esteso e si ricongiunge al continuo in un punto che si trova oltre i 2500 Km/s.

novasct2018_20180701_899_VRAD_PB.png

Quali altre sorprese ci riservera' la nostra bella e fugace nova? Speriamo non quella che sia gia' svanita... ;)

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7082
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Paolo » 3 lug 2018, 15:06

Per fortuna e' leggermente risalita di luminosita'!

Lo spettro del 2 luglio:

novasct2018_20180702_854_PB.png

L'evoluzione in 24 ore:

novasct2018_201807_comp_PB.png

Rispetto al continuo il flusso dell'emissione h-alfa e' incrementato. Gli strati gassosi esterni generano il p-cygni piu' o meno alla stessa posizione (~ -700 Km/s). Mi sembra che stia prendendo forma un secondo assorbimento h-alfa blueshifted sui -1700 Km/s.

novasct2018_20180702_854_RV_PB.png

Davvero notevole la rapidita' con cui evolvono le caratteristiche spettrali.

Ho preso anche la fotometria in banda V ma devo ancora ridurre i dati. Ho visto che c'e' stata una variazione nell'intervallo di tempo impiegato per prendere lo spettro.

Dovremmo cercare di seguirla quotidianamente, sia per poter catturare le veloci variazioni, sia perche' probabilmente sara' alla portata dei nostri spettrografi ancora per poco (speriamo sempre in nuovi guizzi di luminosita').

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7082
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Prossimo

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron

Chi c’è in linea

In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 58 registrato il 20 ott 2018, 16:27

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Login Form