Oggi è 24 nov 2017, 15:01
   
Text Size
Login

GSC 5839-905 - La nostra prima variabile

Il messaggio delle stelle nel flusso luminoso.

Messaggioda nico » 28 ott 2017, 11:11

Ciao a tutti,
vorrei condividere con voi la soddisfazione per avere ufficialmente scoperto la nostra prima stella variabile.
Come spesso avviene la scoperta è stata casuale in quanto l'abbiamo trovata cercando altro. :D
Praticamente qualche giorno fa avevamo deciso di riprendere e fotometrare il transito del pianeta extrasolare WASP 26b che era previsto per la sera del 10 Ottobre 2017.
Una volta analizzata la sequenza di immagini ci siamo accorti che una stella di campo, che fra l'altro avevo scelto come stella di confronto, faceva sballare tutte le misure su WASP 26b.
A quel punto era chiaro che quella stella, neanche troppo debole essendo di circa 12.7 mag., aveva qualche "problema" e misurandola attentamente è risultato che essa variava di circa 0.1 magnitudini nell'arco dell'intera sessione.
Abbiamo così iniziato tutta una serie di ricerche on line su vari cataloghi di variabili (VSX, GCVS, ecc...) convinti che, data la sua luminosità e la posizione piuttosto "battuta" accanto al pianeta extrasolare, fosse sicuramente una variabile già nota, invece abbiamo avuto la lieta sorpresa che essa non compariva ancora in alcun catalogo.
Con l'aiuto fondamentale di un nostro amico e collega astrofilo esperto in fotometria, Matteo Santangelo di dell'Osservatorio di Capannori (LU), abbiamo realizzato ulteriori sessioni osservative per ottenere una curva di luce più completa possibile e ricavarne così il periodo e magari il tipo della variabile.
Dai dati ottenuti fino ad ora è risultata una variabile di tipo EW con sottotipo W, ossia una variabile ad eclisse molto stretta, praticamente a contatto, con un periodo P = 7.944 ore ed ampiezza di variazione di circa 0.1 magnitudini.
Purtroppo, essendo il periodo un sottomultiplo quasi esatto di 24 ore, è difficile ottenere i dati del secondo massimo poichè osservando tutte le sere quasi alla stessa ora, in pratica si riprende sempre la stessa fase della curva di luce, ma i dati sono ormai sufficienti per una buona stima.
La soddisfazione maggiore è stata ovviamente la conferma della scoperta certificata da una pubblicazione che ci hanno accettato su ATel: http://www.astronomerstelegram.org/?read=10884

Adesso la stella GSC 5839-905 è ufficialmente una nuova variabile scoperta dall'Osservatorio Margherita Hack, Firenze - Associazione Astrofili Fiorentini in collaborazione con l'OAC di Capannori. :D
Ovviamente ci sono astrofili ben più bravi e prolifici di noi nella ricerca di variabili, ma la soddisfazione è comunque grande.... dopotutto "la prima variabile non si scorda mai". =))

Questa è la curva di luce ottenuta con i nostri 633 punti ripresi in 5 sessioni osservative.
GSC_5839-905__ATSA_phased_3.0212.jpg
Avatar utente
nico
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 316
Iscritto il: 17 giu 2013, 19:20

Messaggioda LFranco » 28 ott 2017, 21:09

Complimenti Nico,
è sicuramente una bella soddisfazione ... poi la prima lo è sempre di più.
Ciao
Lorenzo Franco
Avatar utente
LFranco
Utente Attivo
 
Messaggi: 287
Iscritto il: 8 ago 2015, 0:51

Messaggioda Paolo » 29 ott 2017, 12:41

Congratulazioni vivissime a tutti! La scoperta sara' stata anche casuale (davvero affascinante quando capitano questa cose) ma voi eravate super-preparati per descrivere il fenomeno. Grazie per aver condiviso la vostra bellissima esperienza!

Paolo

PS: potevate confermare il tipo spettrale prendendo uno spettro! Intorno alla tredicesima si arriva a bassa risoluzione...
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6530
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda nico » 29 ott 2017, 15:03

Grazie per i complimenti.
Abbiamo intenzione di riprendere anche uno spettro di questa stella, ma prima dobbiamo finire di mettere a punto la strumentazione nel nuovo osservatorio.
Vi terremo informati.

Nico
Avatar utente
nico
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 316
Iscritto il: 17 giu 2013, 19:20

Messaggioda umberto » 29 ott 2017, 22:12

Complimenti a te ed ai tuoi amici Nico e grazie per aver condiviso su questo Forum.Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 869
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo Maria Ruscitti » 29 ott 2017, 22:50

Ottimo! Congratulazioni per la scoperta! Come non mi stancherò mai di dire, in queste occasioni specificare "scoperta casuale", è accaduto "per caso" e così via non fa onore a chi in quel momento era lì ad osservare il cielo. Senza la vostra dedizione e passione, non ci sarebbe stato "alcun caso" a portarvi alla scoperta della variabile!
Bravi ancora!
Avatar utente
Paolo Maria Ruscitti
Quasar Guru
 
Messaggi: 1812
Iscritto il: 6 feb 2006, 3:08

Messaggioda nico » 29 ott 2017, 23:12

Grazie mille Umberto e Paolo Maria.
Avatar utente
nico
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 316
Iscritto il: 17 giu 2013, 19:20


Torna a Fotometria

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 56 registrato il 10 mag 2015, 22:36

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form