Oggi è 22 mar 2019, 21:16
   
Text Size
Login

Primo spettro di delCyg

Le nuove tecniche per studiare e comprendere la natura di tanti fenomeni celesti.

Messaggioda umberto » 13 gen 2019, 0:57

OK Tony, sembra simile, se avessi postato il fit si poteva sovrapporre a quello elaborato da me o da Paolo per una migliore valutazione.Umberto

sirio_20190111_867_Tony.png
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda tonyven » 13 gen 2019, 1:19

Ho provato a dividere con maximdl ma non riesco a salvare l'immagine. Oltretutto quando faccio l'operazione di divisione non mi restituisce nulla. Se invece uso l'operazione "minimum" il frame cambia come quello che mi hai postato.Ma non riesco a salvarlo e mi rimane l'originale.
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda umberto » 13 gen 2019, 1:23

Prova a postare il file fit che è venuto fuori dall'elaborazione con Visual Spec così potrò sovrapporlo a quello elaborato da me. Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda tonyven » 13 gen 2019, 1:25

Questo è il fit
sirio-014 div2grezzo.zip
(4.5 KiB) Scaricato 13 volte
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda umberto » 13 gen 2019, 1:34

Scusa Tony, dimenticavo che Visual Spec salva il profilo in un file spc. Hai fatto bene il processo, non preoccuparti, in seguito tratteremo altre nozioni che permetteranno di scambiarci tutti i dati. Umberto
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » 13 gen 2019, 12:06

Ottimo! Per quanto riguarda l'estrazione dei profili grezzi sei passato da questo:

grezzo Sirio.jpg

ad un profilo che ha preservato tutte le informazioni presenti nello spettro:

nuovo grezzo Sirio.jpg

Proviamo adesso la calibrazione senza pero' aspettarci un risultato molto preciso in quanto:

1) stiamo usando uno spettro che presenta forti distorsioni.
2) la calibrazione a 2 soli punti e' piu' semplice ma restituisce una scarsa precisione (accade perche', per problemi ottici vari, la dispersione non e' esattamente costante lungo le coordinate X del frame).

Dal menu Spectrometry, scegli Calibration 2 lines. Rispondi Si alla domanda "No reference series, do you want to use the current serie as reference?"

Seleziona il picco dell'ordine zero, inserisci il valore 0 e premi invio.
Seleziona il picco della riga h-gamma (si vede meglio della h-beta), inserisci il suo valore di lunghezza d'onda in Angstrom 4340 e premi invio.

calibrazione.jpg

Lo spettro e' calibrato in lunghezza d'onda. Premi l'icona sulla destra che ho evidenziato con una freccia rossa per far comparire i valori di scala.

Dovresti avere un risultato del genere. Nota il valore di dispersione calcolato da VSpec (circa 14 A/pix).

calibrato in lambda.jpg

Infine il profilo ritagliato da 3600 a 8000 A (selezioni l'intervallo poi dal menu Edit -> crop)

finale crop.jpg

A questo punto sarebbe meglio lavorare su uno spettro migliore ma se vuoi proviamo ad andare comunque avanti con la correzione per la risposta strumentale.

Facci sapere,
Paolo

PS: purtroppo non so aiutarti con Maxim DL per l'operazione aritmetica. Se qualche utente del forum usa Maxim, gentilmente dia qualche suggerimento a Tony (occorre dividere per 2 le intensita' di tutti i pixel dell'immagine e salvare in un nuovo file FIT).
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7118
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda tonyven » 13 gen 2019, 15:04

Benissimo.Grazie a te ora viene come si deve
sirio-014 div2calibrata.zip
(5.48 KiB) Scaricato 8 volte


Ora vorrei andare avanti per la risposta strumentale. Non mi aspetto molto ,ma è per capire il metodo.Già mi sembra di aver fatto un passo enorme grazie a te nel capire l'importanza di acquisizione corretta dello spettro grezzo.
Per la risposta strumentale vorrei prendere come riferimento uno spettro della libreria di Miles.Che ne dici?
La stella che ho preso è HD060179
s0262.zip
(33.35 KiB) Scaricato 7 volte


Ora è importante capire quali sono i passaggi da seguire. Grazie ancora
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda tonyven » 13 gen 2019, 16:40

Comunque anche Vspec permette la divisione dei pixel. Ho provato ma anche in questo caso non mi restiuisce nulla perchè, a quanto pare, è una divisione per zero. Non capisco
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

Messaggioda umberto » 13 gen 2019, 18:54

Tony, per questa operazione ho chiesto aiuto a tutti i fotografi del forum che usano maximDL. Se non avrò risposta chiederò al mio amico Joan oltre Pirenei, vedrai che riceveremo tutti i dettagli per l'operazione. Umberto
Ultima modifica di umberto il 13 gen 2019, 21:56, modificato 1 volta in totale.
umberto
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: 11 gen 2011, 23:07

Messaggioda Paolo » 13 gen 2019, 19:33

Con il solo scopo di andare avanti nella tecnica possiamo anche usare lo spettro di libreria che dici. Gli spettri della libreria Miles hanno una risoluzione molto piu' alta rispetto a quanto si puo' ottenere con lo SA100, quindi bisogna lavorare un pochino nella fase di divisione. I profili della libreria Pickles hanno una risoluzione leggermente piu' bassa e arrivano a comprendere la parte di spettro pura (fino a 7800A circa). I Miles arrivano sui 7400A circa per cui, i tuoi profili verranno automaticamente tagliati a questa lunghezza d'onda.

Comunque anche Vspec permette la divisione dei pixel

Hai gia' perso tutti i conteggi sopra i 32767 ADU nel momento in cui apri l'immagine in VSpec! Bisogna operare prima, questo software non mantiene i valori di intensita' superiori a 32767 ADU (li livella a questo valore).

Appena riesco provo la correzione per la risposta strumentale del nostro profilo con VSpec. Se vuoi provare ti anticipo che e' meglio lavorare sul profilo croppato (3600-7800 circa), laddove cioe' esiste il segnale della stella, e non su quello completo che contiene l'ordine zero (se provi capirai il perche').

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7118
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Paolo » 14 gen 2019, 13:02

Proviamo!

Abbiamo caricato in VSpec il nostro spettro calibrato solo in lunghezza d'onda (sopra) e lo spettro che hai proposto (sotto).

VS01.jpg

Selezioni il tuo spettro, poi dal menu Operation -> Divide profile by profile, fai doppio click sul nome del file di libreria (s0262.dat) e un click su Intensity. Poi OK.

VS02.jpg

Il risultato della divisione e' quella "robaccia" verde che termina con un picco

VS03.jpg

Occorre ritagliare la zona utile selezionandola (lascia fuori il picco, vedi selezione nell'immagine sopra) usando Edit -> crop

VS04.jpg

Il mio consiglio a questo punto e' quello di salvare la divisione grezza appena ottenuta. Siccome c'e' da lavorare un po' su questo profilo, in caso di errore basta ricaricarlo in VSpec (altrimenti devi rifare di nuovo tutti i passaggi).

Dal menu Edit -> Replace -> intensity, premi OK.

VS05.jpg

File -> Save as (chiamare risposta strumentale)

VS06.jpg


Ti prego di notare che la curva di risposta cosi' ottenuta e' grezza. I picchi che vedi in corrispondenza delle righe di Balmer non fanno parte della risposta del sensore (e di altri elementi della "catena osservativa") ma sono veri e propri artefatti dovuti principalmente alla differenza di risoluzione dei due spettri (il tuo e quello della libreria Miles). Pertanto vanno eliminati dalla curva di risposta che dobbiamo ricavare.

Oltre questi vistosi picchi puoi notare che il continuo non e' proprio "liscio" ma tutto "seghettato", in gergo diciamo che e' rumoroso. E' preferibile togliere anche questo rumore. In definitiva vogliamo una curva di risposta liscia, priva di picchi e discontinuita'. Se non la puliamo in questo modo, i picchi e il rumore saranno trasportati nel profilo finale, un bel guaio! Queste fasi si chiamano "estrazione del continuo" e "smussatura" (della curva di risposta).


continua...
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7118
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda tonyven » 14 gen 2019, 14:54

Benissimo. Ho letto qualcosa sullo smhooting e vedere fatto in maniera diversa non può che farmi piacere. Non so come ringraziarti per la pazienza che hai con me.
tonyven
Utente Attivo
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 10 gen 2019, 17:54

PrecedenteProssimo

Torna a Spettroscopia, Radioastronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 58 registrato il 20 ott 2018, 16:27

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form