Oggi è 18 gen 2018, 19:30
   
Text Size
Login

La qualità del cielo Italiano

L'illuminazione artificiale sta facendo scomparire le stelle. Contromisure e normative per riprenderci il nostro cielo!

Messaggioda laquilabianca » 17 lug 2013, 23:31

Nella penisola sono pochi i luoghi davvero scuri e sicuramente non esistono cieli appartenenti alla scala Bortle 1 (Cielo più scuro in assoluto, lungo tutta l’eclittica è visibile la luce zodiacale; M33, M13,M15,Giove, Venere, la Via Lattea proiettano delle ombre in terra). Soltanto alcune località sperdute tra le Alpi raggiunge la Bortle 2 (Cielo molto scuro, il buio non è totale, ma risulta molto difficile notare gli oggetti intorno a noi; M33 è ancora visibile in visione diretta, ma con qualche difficoltà). Lungo la fascia peninsulare esistono soltanto cieli di Bortle 3 (Le nubi sono debolmente illuminate, la luce zodiacale è osservabile solo in autunno e primavera quando possiede la massima luminosità). Una delle zone piu’ scure del centro si trova in Toscana, tra il monte Amiata e il Monte Labbro; se ci portiamo sopra i 1000 metri il cielo è veramente buono, in alcune serate raggiunge la classe 2. Anche le zone appenniniche dell’Umbria e delle Marche, sebbene meno scure, sono adatte alle osservazioni degli oggetti del cielo profondo; uno dei siti migliori sono le Forche Canapine, vicino Perugia. Nel nord Italia si deve escludere la pianura padana e dirigersi verso le Alpi salendo di quota fino a raggiungere le Tre cime di Lavaredo o la Val Visdende. Al sud sono ottimi i siti osservativi della Silla e del Pollino, qui è garantito un cielo corrispondente alla scala Bortle 3.
laquilabianca
 

Messaggioda Paolo » 18 lug 2013, 1:25

Abbiamo giá sentito sul forum questa storia o sbaglio? Se una galassia o un globulare proiettano ombre forse non siamo piú sulla Terra! ;)
Anche questo messaggio sembra un "copia-incolla". Sentiti libero di raccontarci le tue opinioni e le tue esperienze. Potrebbe essere piú costruttivo per te e per tutti noi...

Forza e coraggio! :ymhug:
Ciao
Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6595
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda laquilabianca » 18 lug 2013, 9:16

Tolgo il disturbo, se lo desiderate potete cancellare tutti i miei messaggi.
laquilabianca
 

Messaggioda Paolo » 18 lug 2013, 12:19

Antonio, volevo solo spronarti! Mi dispiace che ti sei risentito. Il topic a cui facevo riferimento e' questo: viewtopic.php?f=18&t=2790&p=22537

Benvengano anche segnalazioni di link o di parti prese dal web ma sono convinto che il punto di forza di ambienti virtuali come questo sia lo scambio delle proprie esperienze.

Ciao
Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 6595
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila

Messaggioda Pering » 18 lug 2013, 12:47

Circa il monte Amiata e forca Canapine sono d'accordo almeno sulla carta, poi bisogna vedere anche nello specifico il sito, per esempio monte Amiata dove si fa il raduno dicono che sia molto coperto dagli alberi. Per forca canapine è una località molto umida.
Comunque in linea di massima dalle immagini pubblicate penso che il versante tirrenico sia migliore di quello adriatico in tema di seeing. E quindi siamo sfigati! X(
Confermate?
Pering
Quasar Guru
 
Messaggi: 3714
Iscritto il: 22 nov 2010, 14:58

Messaggioda andreabelli » 18 lug 2013, 13:15

Quanto ancora facevo foto su pellicola (l'ultima volta fu nel 2005) avevo trovato un sito sui Sibillini a poche decine di km da Sarnano (MC), prati in quota a circa 1.000 mt. facilmente acessibili ma "nascosti" dai fari delle rare autovetture (e dal CFS... :D ), niente luci dirette e poco vento, chiarore verso il lato N- NE mentre a Sud buio completo ma orizzonte un po' alto a causa dei rilievi.

Allora con la E200 tirata a 800 iso ero riuscito ad es. a riprendere molto bene la Nord America, oggi non so com'è la situazione, non ci sono più andato da allora anche se mi solletica l'idea, credo comunque il sito all'epoca potesse ritenersi un "Bortle 3".
Avatar utente
andreabelli
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1270
Iscritto il: 20 gen 2006, 20:43
Località: Osimo (AN)

Messaggioda Pering » 18 lug 2013, 13:50

Sono andato anch'io a Sarnano un periodo, ma non ero astrofilo, ho pensato molte volte a un posto appena sopra sarnano dove ci sono campi da sci, dovrebbe essere un buon posto.
Tornando alle polemiche sulla scala bortle semplicemente su http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_del_ ... _di_Bortle
si possono acquisire tutte le necessarie informazioni.
Personalmente non ne ho mai fatto uso, a volte mi diverto a misurare il cielo con l'SQM, ma mi sto rendendo conto che lascia il tempo che trova.
Solo una acquisita consapevolezza da parte degli italiani potrà migliorare la qualità del cielo italiano.
Pering
Quasar Guru
 
Messaggi: 3714
Iscritto il: 22 nov 2010, 14:58

Messaggioda mmorri2 » 18 lug 2013, 14:09

Io non sono mai andato sopra Sarnano per fare osservazioni, ma conosco quei posti.
La località sciistica e' Sassotetto.....ma salendo ancora si svalica in un bel pianoro e siamo a Bolognola....Molto Tempo addietro si era pensato di fare un campo astronomico al rifugio del Farnio poco distante raggiungibile con carrozzabile a 1811 metri slm, ma l'ipotesi fu scartata in quanto la logistica del rifugio non era molto favorevole. A quei tempi la carrozzabile era praticabile, mentre adesso credo che all'inizio c'è un bel segnale di divieto di accesso e non credo sia il caso di portare i telescopi in spalla...pero' si potrebbero affittare dei MULI. Leggo dal libro "I rifugi dell'appennino" posti letto 14 necessario sacco a pelo.
Piu' in basso tra Amandola e Sarnano verso la montagna c'è il rifugio Città di Amandola, ma ad un altezza modesta poco sopra i mille metri....
mmorri2
Quasar Guru
 
Messaggi: 2007
Iscritto il: 12 apr 2011, 19:21

Messaggioda andreabelli » 18 lug 2013, 14:59

Io andavo in una zona chiamata Prati di...(non mi ricordo bene il nome): dopo aver preso la strada che dal piazzale di Sassotetto conduce verso Bolognola, al primo bivio si prosegue a destra e dopo meno di 1 km c'è sulla destra una stradina in terra di qualche centinaio di metri che conduce a un paio di baracche-rifugi chiusi, mi mettevo lì dopo aver ben imboscato l'auto...non credo sia un posto da comitiva di astrofili perchè dalla strada i veicoli sarebbero visibili, ma solo per due tre auto...il posto era bello, ampio e ricordo poco umido (a parte una volta a fine settembre).
Avatar utente
andreabelli
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1270
Iscritto il: 20 gen 2006, 20:43
Località: Osimo (AN)

Messaggioda mmorri2 » 18 lug 2013, 15:11

fosse Prati di ragnolo?
mmorri2
Quasar Guru
 
Messaggi: 2007
Iscritto il: 12 apr 2011, 19:21

Messaggioda andreabelli » 18 lug 2013, 15:15

può essere...dalle foto in rete mi pare sia quello
Avatar utente
andreabelli
Quasar Dipendente
 
Messaggi: 1270
Iscritto il: 20 gen 2006, 20:43
Località: Osimo (AN)

Messaggioda Paolo Maria Ruscitti » 21 lug 2013, 21:06

Dopo Fonte Vetica e le vacanze al mare con la famiglia (altrimenti mi sparano!) eccomi nuovmente a scrivere! Vedo che c'è tantissima carne al fuoco, vedrò di intervenire nelle varie discussioni.
La prima è proprio questa, perché a parte il discorso sulla qualità del cielo italiano, cosa molto importante ma già trattata altrove, vorrei soffermarmi a dire due parole sull'intervento di Paolo B. (il primo in ordine) anche perché ha sucitato il malumore di laquilabianca. Questo forum, come tutti avranno notato non basa la propria esistenza sulle "regole scritte" poiché nasce anni addietro come contenitore di esperienze di amici che già si nonoscevano da oltre vent'anni di persona, quindi stabilire delle regole (ovviamente ci sono quelle etiche e morali, quando non personali decisamente fondamentali!) è sembrata una sciocchezza. Che dopo quasi trent'anni di amizia di Paolo B. o altri del forum, debba attenermi a delle regole scritte mi sembra veramente assurdo.
Direte: ma cosa centrano le regole? Centrano! Perché come è immediatamente evidente al frequentatore del forum Quasar, qui si tende ad aprire discussioni quando c'è qualcosa di interessante in ballo, esperienze personali, percorsi formativi, illustrazioni di tecniche e così via, ma questa non è "UNA REGOLA", si è liberi di aprire la discussioni (nel rispetto di tutti) qualsivoglia, ma in genere funziona diversamente e questo rende il Quasar meno movimentato in certi periodi (per fortuna!) rispetto ad altri forum. In questa ottca, secondo me, va inteso l'intervento di Paolo B.: scrivete quello che volete, ma se il tutto è condito da esperienze personali, dati oggettivi, riscontri ecc. ecc. è meglio!
Perdonate l'OT e chiedo scusa anche a Paolo B. se mi sono autoeletto avvocato difensore! :D
Avatar utente
Paolo Maria Ruscitti
Quasar Guru
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: 6 feb 2006, 3:08

Prossimo

Torna a Inquinamento luminoso

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 56 registrato il 10 mag 2015, 22:36

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form