Oggi è 30 nov 2021, 22:43
   
Text Size
Login

Astroart

Discutiamo qui dell'hardware e dei software astronomici per l'elaborazione grafica, planetari, interfacce per strumenti e altro.

Messaggioda Pering » 20 set 2018, 17:03

Prendo spunto dall’ argomento promosso da Paolo per chiarire il significato di certi valori, all’uopo posto un’ immagine dello schermo del computer.
1)Innanzitutto i valori sulla barra quando si clicca una stella
nel caso di una stella della immagine #7 astroart restituisce ADU 13156 e valore 5069, cosa sono questi valori? e perchè "ADU" non è uguale a "valore"?
2)il fatto di selezionare o meno virgola mobile influisce sulle operazioni o è solo la visualizzazione dei valori?
3)l'immagine #8 è la rotazione di .5 gradi dell'immagine #7 si nota come si sia "rovinata" apparendo sfuocata e con tracce del trascinamento dovuto alla rotazione. La domanda è quando si fa l'allineamento nella funzione preprocessing succede la stessa cosa?
Allegati
D2616F81-C0AD-4274-A6E6-63271FBCDAEC.jpeg
Pering
Quasar Guru
 
Messaggi: 4061
Iscritto il: 22 nov 2010, 14:58

Messaggioda Paolo » 20 set 2018, 23:35

Ciao Edo, il parametro Value nella status bar di AA e' sempre l'intensita' (in ADU) del singolo pixel su cui si trova in quel momento il cursore del mouse. Quando invece selezioni una stella con il click sx del mouse, compare anche il parametro ADU. Questo e' il valore del segnale totale della stella. In una immagine correttamente campionata la stella e' composta da vari pixel (e' infatti un numero piu' grande).

La misurazione del parametro ADU avviene sulla base di un'area predefinita nella configurazione di AA (Preferences -> Stars). Tutti i pixel all'interno di quell'area vengono misurati e sommati (nota che l'intensita' di ogni pixel e' decurtata del background).

Non vado oltre nei dettagli, stiamo parlando di quella incredibile magia della "fotometria di apertura", la tecnica che permette di misurare il flusso luminoso con grandissima precisione. Come puoi immaginare il cerchio di analisi deve avere un opportuno diametro. Se piu' piccolo dell'immagine stellare, le misure sono falsate. Se di molto superiore, si introduce troppo rumore (inoltre la misura rischia la contaminazione dalla luce di altre stelle vicine).

Ph_AP.jpg


Da quello che ho letto, il formato in virgola mobile puo' velocizzare le operazioni aritmetiche. In tutti i calcoli interni AA lavora sempre in virgola mobile. Inoltre si evitano gli errori di arrotondamento (l'errore e' piccolo ma puo' propagarsi, aumentando il rumore, se i passaggi elaborativi da fare sono molti).

Per la terza domanda credo di si, ogni frame viene leggermente modificato nel modo in cui vedi. A mio avviso vanno considerate due cose. La "modifica" non altera la proprieta' di linearita'. Nello stacking di diversi frame l'effetto visivo di deterioramento tende a scomparire.

Paolo
Avatar utente
Paolo
Quasar Guru
 
Messaggi: 7680
Iscritto il: 16 gen 2006, 22:49
Località: L'Aquila


Torna a Hardware & software

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 152 registrato il 20 set 2020, 12:49

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Login Form